Sentenza Nº 57805 della Corte Suprema di Cassazione, 20-12-2018

Data di Resoluzione:20 Dicembre 2018
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
Sul ricorso proposto da:
EMANUELE SCALISI GIUSEPPINA nata a MESSINA il 06/02/1966
avverso la sentenza del 25/01/2017 della CORTE APPELLO di MESSINA
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal Consigliere IGNAZIO PARDO;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore FELICETTA MARINELLI
che ha concluso chiedendo l'annullamento con rinvio della sentenza impugnata.
RITENUTO IN FATTO
1.1
Con sentenza in data 25 gennaio 2017 la corte di appello di Messina confermava la
pronuncia del tribunale dello stesso capoluogo del 21-10-2015, che aveva condannato
Emanuele Scalisi Giuseppina alla pena di anni 2, mesi 8 di reclusione ed C 800,00 di multa
perché ritenuta colpevole del delitto di riciclaggio di beni preziosi provento di furto in danno di
Aloi Giuseppina, oltre al risarcimento del danno nei confronti della parte civile.
1.2
Avverso detta sentenza proponeva ricorso per cassazione l'imputata, tramite il proprio
difensore di fiducia avv.to
Tindaro Celi, il quale deduceva:
- violazione dell'art. 606 lett. b), c) ed e) cod.proc.pen. per inosservanza di norme stabilite a
pena di nullità e nullità della sentenza di primo grado ritualmente dedotta in appello per
omesso rinvio della udienza del 25-6-2015 per la quale veniva fatto valere il legittimo
impedimento del difensore impegnato in una causa civile presso altra autorità;
Penale Sent. Sez. 2 Num. 57805 Anno 2018
Presidente: GALLO DOMENICO
Relatore: PARDO IGNAZIO
Data Udienza: 07/12/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA