Sentenza Nº 57291 della Corte Suprema di Cassazione, 22-12-2017

Data di Resoluzione:22 Dicembre 2017
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
Sul ricorso proposto da Lupinacci Francesco, nato a Cosenza il 6/2/1995 avverso
l'ordinanza emessa il 7/7/2017 dal Tribunale del Riesame di Catanzaro;
visti gli atti, il provvedimento impugnato ed il ricorso;
udita la relazione della causa svolta dal consigliere Maria Daniela Borsellino;
udite le conclusioni del Pubblico Ministero, nella persona del Sostituto
Procuratore generale,Fulvio Baldi, che ha chiesto dichiararsi l'inammissibilità del
ricorso;
udito il difensore avv. Ornella Nucci, che ha chiesto l'accoglimento del ricorso;
RITENUTO IN FATTO
1.Con il provvedimento in epigrafe, il Tribunale di Catanzaro ha respinto l'istanza
di riesame proposta da Francesco Lupinacci avverso il provvedimento del G.I.P.
del Tribunale di Cosenza che in data 13/6/2017 ha disposto nei suoi confronti la
misura coercitiva della custodia in carcere, nella veste di indagato in ordine al
reato di rapina aggravata commesso ai danni di un bar tabaccheria in data 22
gennaio 2017.
Nel provvedimento impugnato il tribunale, dopo aver respinto le diverse
eccezioni di nullità sollevate dalla difesa nel corso dell'udienza, ha ritenuto
sussistente a carico dell'indagato un quadro indiziario di adeguata gravità in
Penale Sent. Sez. 2 Num. 57291 Anno 2017
Presidente: DIOTALLEVI GIOVANNI
Relatore: BORSELLINO MARIA DANIELA
Data Udienza: 07/12/2017
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA