Sentenza Nº 56451 della Corte Suprema di Cassazione, 19-12-2017

Data di Resoluzione:19 Dicembre 2017
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
Sui ricorsi proposti da:
-
MAIORANA LORENZO, n. 23/03/1962 a Leporano
-
ARJANA MALI, n. 27/02/1975 a Gramsh (Albania)
avverso la ordinanza del tribunale del riesame di MILANO in data 30/06/2017;
visti gli atti, il provvedimento denunziato e i ricorsi;
udita la relazione svolta dal consigliere Alessio Scarcella;
udita la requisitoria del Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore
Generale Dott. S. Perelli, che ha chiesto dichiararsi inammissibili i ricorsi;
udite, per i ricorrenti, le conclusioni dei difensori, Avv. P. Ciancia (per il Maiorana)
ed Avv. A. La Torre (per la Arjana Mali), che hanno chiesto accogliersi i ricorsi;
Penale Sent. Sez. 3 Num. 56451 Anno 2017
Presidente: SAVANI PIERO
Relatore: SCARCELLA ALESSIO
Data Udienza: 05/12/2017
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
RITENUTO IN FATTO
1.
Con ordinanza del 20.06.2017, depositata in data 24.07.2017, il tribunale del
riesame di Milano, in accoglimento dell'appello cautelare presentato dal Procura-
tore della Repubblica presso il tribunale di Milano avverso il provvedimento con
cui il GIP, in data 20.02.2017, respingeva la richiesta di applicazione del sequestro
preventivo nei confronti di Maiorana Lorenzo, indagato per i reati di cui agli artt.
110, 81 cpv, c.p. e 10 quater, comma 2, 13 bis, comma 3, d. Igs. n. 74 del 2000
(indebita compensazione in concorso), disponeva il sequestro preventivo per equi-
valente di beni mobili ed immobili nella disponibilità dell'indagato medesimo fino
alla concorrenza della somma di C 42.558.848,56.
2.
Giova precisare, per migliore intelligibilità dell'impugnazione proposta in questa
sede, che il procedimento penale in questione trae origine dall'attività d'indagine
che aveva condotto il p.m. a contestare l'imputazione di cui sopra con cui si ascri-
veva all'indagato Maiorana, unitamente ad altri soggetti non impugnanti in questa
sede, di aver (il Maiorana Lorenzo quale collaboratore di tale Miorelli Michela e
socio e liquidatore della
MDC s.r.l.
nonché quale collaboratore della Miorelli ed
amministratore di fatto, unitamente a Maiorana Francesco, della
Centro Milano
Due s.r.l.
e della
Emme Mafer soc. coop.,
società agli stessi riconducibili che risul-
tavano aver ceduto crediti tributari inesistenti utilizzati dalla MDC s.r.l. per abbat-
tere debiti di varia natura fiscale di varie società clienti, attraverso l'utilizzo
dell'istituto della compensazione per il tramite di modelli F24), ideato e commer-
cializzato "modelli di evasione fiscale" attraverso cui sarebbero stati commessi più
reati di compensazione di crediti tributari inesistenti, per il totale di C
42.558.848,56 nel periodo dal 1.01.2013 al 2.9.2016, compensazioni che alcuni
soggetti (Miorelli Michela, sia nella qualità di titolare dell'omonima ditta individuale
che quale legale rappresentante della
MDC s.r.l.
dal 27.05.2014 al 1.09.2015 e
della
Fiscal Focus Consulting s.r.l.
dal 16.09.2015, Torti Fabio quale legale rappre-
sentante della
MDC s.r.l.
fino al 27.05.2014 e Piga Andrea quale legale rappresen-
tante della
MDC s.r.l.
dal 1.09 al 31.12.2015) effettuavano mediante la trasmis-
sione telematica di modelli F24, accollandosi il debito tributario riferibile a terzi, in
ciò consentendo loro l'apparente regolarizzazione della propria posizione fiscale, il
tutto utilizzando crediti fittizi.
3.
Contro l'ordinanza emessa dal tribunale del riesame di Milano, ha proposto ri-
corso per cassazione, anzitutto, la Arjana Mali quale terzo proprietario dei beni
sottoposti a vincolo (costituiti da due autoveicoli e da un immobile di proprietà
2
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA