Sentenza Nº 55482 della Corte Suprema di Cassazione, 12-12-2018

Data di Resoluzione:12 Dicembre 2018
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da
Pinnella Stefano, nato a Roma 1'11/06/1966
avverso la sentenza del 10/12/2015 della Corte d'appello di Roma
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal consigliere Emanuela Gai;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale Felicetta
Marinelli, che ha concluso chiedendo l'annullamento senza rinvio per prescrizione;
udito per l'imputato l'avv. C. Fagiolo in sost. Avv. M. Fagiolo che ha concluso
chiedendo l'accoglimento del ricorso e in subordine chiede l'annullamento senza
rinvio per prescrizione.
RITENUTO IN FATTO
1. Con sentenza del 10 dicembre 2015, la Corte d'appello di Roma ha
confermato la sentenza del Tribunale di Velletri con la quale Pinnella Stefano era
stato condannato, alla pena di mesi cinque di arresto, in relazione al reato di cui
all'art. 137 del d.lgs n. 152 del 2006, per avere effettuato lo scarico di acque reflue
di origine domestica, sul suolo del lotto confinante, non recapitandole nel fosso
Penale Sent. Sez. 3 Num. 55482 Anno 2018
Presidente: LAPALORCIA GRAZIA
Relatore: GAI EMANUELA
Data Udienza: 25/09/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA