Sentenza Nº 55363 della Corte Suprema di Cassazione, 11-12-2018

Data di Resoluzione:11 Dicembre 2018
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da
Barillà Angelo Salvatore, nato a Reggio Calabria il 27/06/1954
avverso la sentenza del 19/04/2018 della Corte di Appello di Reggio Calabria;
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal consigliere Giuseppe Noviello;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale Pietro
Molino che ha concluso chiedendo di dichiararsi l'inammissibilità del ricorso;
RITENUTO IN FATTO
1.La Corte di Appello di Reggio Calabria, a seguito di annullamento parziale con
rinvio, disposto dalla Suprema Corte di Cassazione con sentenza del 27/10/2016
n. 2164 - con la quale, previa dichiarazione di infondatezza dello specifico motivo
afferente l'intervenuto diniego delle attenuanti generiche, era stato riqualificato il
reato contestato al capo a) ai sensi dell'art. 9
ter
comma 2 del codice della
strada in quello p. e p. dal primo comma del medesimo articolo, rinviandosi alla
predetta Corte limitatamente alla rideterminazione della pena del reato così
riqualificato - riformava la sentenza del 21 novembre 2014 della Corte di Assise
di Reggio Calabria, rideterminando la pena inflitta a Barillà Angelo Salvatore in
Penale Sent. Sez. 3 Num. 55363 Anno 2018
Presidente: LIBERATI GIOVANNI
Relatore: NOVIELLO GIUSEPPE
Data Udienza: 21/11/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA