Sentenza Nº 55105 della Corte Suprema di Cassazione, 29-12-2016

Data di Resoluzione:29 Dicembre 2016
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da
Galletta Felice, nato a Roma il 28/4/1972
avverso la ordinanza del 4/4/2016 del Tribunale di Palermo
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal Consigliere Giovanni Liberati;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale Fulvio
Baldi, che ha concluso chiedendo il rigetto del ricorso;
udito per il ricorrente l'avv. Cecilia Furitano, in sostituzione dell'avv. Salvatore
Caputo, che ha concluso per l'accoglimento del ricorso.
RITENUTO IN FATTO
1. Con ordinanza del 4 aprile 2016 il Tribunale di Palermo ha respinto la
richiesta di riesame presentata da Felice Galletta nei confronti dell'ordinanza del
17 marzo 2016 del Giudice per le indagini preliminari del medesimo Tribunale,
con cui era stata disposta nei suoi confronti la misura cautelare degli arresti
donniciliari, in relazione al reato di favoreggiamento e sfruttamento della
prostituzione (artt. 81, comma 2, e 110 cod. pen., e 3, commi 2, 3 et 8, e 4, I.
n. 75 del 1958), commesso in Palermo dal 2014 (per avere esercitato una casa
di prostituzione in tre immobili condotti in locazione assieme alla consorte Chiara
Spano, o consentito l'esercizio di una casa di prostituzione in tali immobili,
sfruttando la prostituzione delle persone presenti all'interno di tali appartamenti,
Penale Sent. Sez. 3 Num. 55105 Anno 2016
Presidente: RAMACCI LUCA
Relatore: LIBERATI GIOVANNI
Data Udienza: 21/07/2016
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA