Sentenza Nº 54247 della Corte Suprema di Cassazione, 01-12-2017

Data di Resoluzione:01 Dicembre 2017
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da:
Bertozzi Lara, nata a Novellara il 24.6.1973,
Bresciani Ezio, nato a Rodigo il 24.2.1957,
avverso la sentenza n. 394/2016 del 21 ottobre 2016 della Corte di Appello di
Bologna
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal consigliere Alberto Pazzi;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore Generale Paola
Filippi, che ha concluso per l' inammissibilità del ricorsi;
udito il difensore della parte civile A.C.M. s.r.I., Avv. Silvia Piccinini, che ha
concluso riportandosi alla memoria depositata e chiedendo l' inammissibilità dei
ricorsi;
udito il difensore degli imputati, Avv. Enrica Sassi, che ha concluso chiedendo l'
accoglimento dei motivi dei ricorsi;
RITENUTO IN FATTO
1. Con sentenza in data 21 ottobre 2016 la Corte di Appello di Bologna, in
parziale riforma della decisione del Tribunale di Reggio Emilia del 22 giugno
2015, assolveva Lara Bertozzi dal reato di cui alli art. 55, comma 9, d. Igs.
231/2007 ascrittole al capo c) per insussistenza del fatto e dal reato di cui all'
art. 485 c.p. addebitatole al capo b) perché il fatto non era previsto dalla legge
Penale Sent. Sez. 2 Num. 54247 Anno 2017
Presidente: FUMU GIACOMO
Relatore: PAZZI ALBERTO
Data Udienza: 12/10/2017
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA