Sentenza Nº 53629 della Corte Suprema di Cassazione, 29-11-2018

Data di Resoluzione:29 Novembre 2018
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da Froio Francesco, nato a Monasterace il 29.11.1959,
avverso la sentenza in data 15.11.2017 del Tribunale di Locri,
visti gli atti, il provvedimento impugnato ed il ricorso;
udita la relazione svolta dal consigliere Ubalda Macrì;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale,
Pasquale Fimiani, che ha concluso chiedendo l'inammissibilità del ricorso;
udito per l'imputato l'avv. Giuseppe Cincioni, sostituto processuale dell'avv.
Riccardo Misaggi, che ha concluso chiedendo l'accoglimento dei motivi
RITENUTO IN FATTO
1.
Con sentenza in data 15.11.2017 il Tribunale di Locri ha condannato Froio
Francesco alle pene di legge per la violazione degli art. 55, 1161 R.D. 327/1942,
perché, in qualità di proprietario e committente delle opere, aveva completato e
ristrutturato un fabbricato destinato a civile abitazione, ricadente, in parte, mq
44, nella fascia di rispetto dei 30 metri dal confine demaniale marittimo, in
Monasterace il 29.11.2012.
2.
Con il primo e secondo motivo di ricorso, l'imputato deduce la violazione
dell'art. 606, comma 1, lett. b) ed e), cod. proc. pen., in relazione agli art. 55
del codice della navigazione e 105 d. Lgs. 112/1998.
Penale Sent. Sez. 3 Num. 53629 Anno 2018
Presidente: RAMACCI LUCA
Relatore: MACRI' UBALDA
Data Udienza: 20/06/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA