Sentenza Nº 53577 della Corte Suprema di Cassazione, 23-12-2014

Data di Resoluzione:23 Dicembre 2014
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul
ricorso proposto da:
SELVI GIANLUCA n. 23/2/1968
avverso l'ordinanza 715/2014 del 29/5/2014 del TRIBUNALE DEL RIESAME DI
MILANO
visti gli atti, l'ordinanza ed il ricorso
udita la relazione fatta dal Consigliere Dott. PIERLUIGI DI STEFANO
Udito il Procuratore Generale in persona del Dott. PAOLO CANAVELLA che ha
concluso chiedendo
il
rigetto del ricorso
Uditi i difensori avv. ALDO MEYER e LUIGI STORTONI che hanno chiesto
l'annullamento senza rinvio dell'ordinanza impugnata
RITENUTO IN FATTO
Selvi Gianluca è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliarí nel
contesto di una indagine relativa alla appropriazione della somma di 52 milioni di
euro ai danni della Cassa di Previdenza ed Assistenza dei Ragionieri e Periti
Commerciali ed alla successiva attività di riciclaggio di tale somma, attuata
mediante operazioni finanziarie.
Il ricorrente è stato ritenuto responsabile di trasferimento fraudolento di valori
in quanto coinvolto nella attività di riciclaggio perché risultava amministratore di
una società che beneficiava, senza apparente causale, delle somme di denaro nel
corso dei suoi passaggi.
La contestazione specifica è quella del reato continuato di cui all'art. 12
quinquies legge 356/1992, perché
"al fine di agevolare il ricklaggio ed il reimpiego
di somme provenienti dal delitto di appropriazione indebita ... consumato con più
Penale Sent. Sez. F Num. 53577 Anno 2014
Presidente:
Relatore:
Data Udienza:
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA