Sentenza Nº 53572 della Corte Suprema di Cassazione, 23-12-2014

Data di Resoluzione:23 Dicembre 2014
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso
proposto da:
SOLA SAMANTHA n. 26/4/1984
avverso la sentenza 594/2014 del 30/4/14 della CORTE DI APPELLO DI BRESCIA
visti gli atti, la sentenza ed il ricorso
udita la relazione fatta dal Consigliere Dott. PIERLUIGI DI STEFANO
Udito il Procuratore Generale in persona del Dott. PAOLO CANAVELLA che ha
concluso chiedendo dichiararsi inammissibile il ricorso
Udito il difensore avv. PIETRO FERRARI che ha chiesto l'accoglimento del ricorso.
RITENUTO IN FATTO
Sola Samantha propone ricorso con atto a firma del proprio difensore avverso
la sentenza del 30/4/2014 della Corte di Appello di Brescia che ne confermava la
condanna per il reato di truffa per avere la stessa realizzato un falso ordine di
bonifico del condominio di viale Monza 9 di Bergamo così inducendo la Banca
Popolare italiana di Milano a trasferire sul suo conto, in danno del citato
condominio, le relative somme. Deduce la assenza di querela non potendo ritenersi
valida quella presentata dal soggetto dichiaratosi amministratore del condominio,
privo di specifica procura.
CONSIDERATO IN DIRITTO
Il ricorso è manifestamente infondato.
Sotto due profili quanto affermato dalla ricorrente è del tutto erroneo.
Innanzitutto, secondo la giurisprudenza di legittimità sviluppatasi in
particolare in riferimento al delitto di furto punibile a querela, il diritto di querela
consegue non solo alla proprietà del bene ma anche alla detenzione qualificata,
Penale Sent. Sez. F Num. 53572 Anno 2014
Presidente:
Relatore:
Data Udienza:
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA