Sentenza Nº 53318 della Corte Suprema di Cassazione, 28-11-2018

Data di Resoluzione:28 Novembre 2018
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sui ricorsi proposti da:
VERDIGLIONE ARMANDO nato a CAULONIA il 30/11/1944
COSTA ELISABETTA nato a MILANO il 15/03/1965
ROZZA GIAN LUCA nato a MILANO il 25/06/1971
VAZZOLER CARLA MARIA nato a CONEGLIANO il 29/05/1938
PERSICO STEFANIA nato a ROMA il 26/05/1958
FERRI ENRICA nato il 18/04/1961
ROCCO MANUELA nato a CAVAZZO CARNICO il 24/09/1952
MAZZOLA CLAUDIO nato a SALARA il 07/08/1951
BORIN DANIELE nato a FERRARA il 10/09/1975
ATTI ALESSANDRO nato a BOLOGNA il 19/02/1938
SAUTAUX EVELINE nato il 25/05/1975
SAMBO EVA nato a VENEZIA il 29/03/1975
TAGLIONI ALESSANDRO nato a MACERATA il 13/11/1958
BORRACINO MARIELLA nato a BARLETTA il 06/09/1951
AMATI MARIA GRAZIA nato a VARESE il 25/11/1954
GIANCOTTI MARIA FABIOLA nato a PALERMITI il 15/09/1958
FRUA DE ANGELI CRISTINA nato a MILANO il 03/10/1951
VILLA SAN CARLO BORROMEO SRL
Penale Sent. Sez. 3 Num. 53318 Anno 2018
Presidente: CAVALLO ALDO
Relatore: ROSI ELISABETTA
Data Udienza: 20/07/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
avverso la sentenza del 26/05/2017 della CORTE APPELLO di MILANO
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal Consigliere ELISABETTA ROSI all'udienza del 24 aprile 2014;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore Pasquale Fimiani, che
alla medesima udienza ha concluso chiedendo la rettifica del dispositivo disponendo
l'assoluzione per i reati di cui ai capi C/S quanto alle imposte dirette; annullamento
senza rinvio quanto al reato di cui al capo T ed alle corrispondenti statuizioni civili in
relazione ai residui fatti commessi il 27/7/2010 e quanto alla confisca nei confronti di
Villa San Carlo Borronneo srl limitatamente alla somma eccedente l'importo di euro
1.583.472; dichiararsi inammissibile nel resto il ricorso;
che in detta udienza del 24 aprile 2014 hanno anche concluso gli avvocati Nocita,
Pantosti e Recalcati, riportandosi ai rispettivi motivi di ricorso;
che all'odierna udienza di rinvio per il prosieguo della discussione, sono stati uditi i
difensori presenti, che hanno così concluso:
L'avvocato Pantosti Carla si riporta ai motivi già discussi all'udienza del 24/04/2018 e
insiste nell'accoglimento del ricorso.
L'avvocato Di Zenzo Carmine conclude per l'accoglimento del ricorso e l'annullamento
n
della sentenza impugnata
,
(U, r,c
\
\
U
(LO
-
00 ítaZ
L'avvocato Saponara Vincenzo riportandosi ai motivi insiste per l'accoglimento del
ricorso.
L'udienza è interrotta alle ore 10.55; riprende alle ore 11.20.
L'avvocato Pillitteri Stefano Giovanni riportandosi ai motivi insiste per l'accoglimento del
ricorso.
2
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
RITENUTO IN FATTO
1.
Con sentenza del 26 maggio 2017, la Corte d'Appello di Milano, ha confermato
la condanna di VERDIGLIONE ARMANDO, FRUA DE ANGELI CRISTINA, COSTA
ELISABETTA, ROZZA GIANLUCA, VAZZOLER CARLA MARIA, PERSICO STEFANIA,
FERRI ENRICA, ROCCO EMANUELA, MAZZOLA CLAUDIO, AMATI MARIA GRAZIA,
BORIN DANIELE, ATTI ALESSANDRO, SAUTAUX EVELINE, SAMBO EVA,
TAGLIONI ALESSANDRO, BORRACCINO MARIELLA, GIANCOTTI, MARIA FABIOLA,
e della persona giuridica VILLA SAN CARLO BORROMEO srl, per i reati
rispettivamente ascritti, in particolare:
VERDIGLIONE, VAZZOLER, FRUA DE ANGELI, PERSICO, BORIN,
BORRACINO, AMATI, GIACOTTI,
il VERDIGLIONE quale capo, gli altri quali
organizzatori e promotori e
COSTA, ROZZA, FERRI, MAZZOLA, ATTI,
SAUTAX, TAGLIONI,
quali partecipi, unitamente ad altri giudicati
separatamente (essendo stati invece ROCCO e SAMBO assolti dalla condotta di
partecipazione in primo grado):
capo A)
del delitto di cui all'art. 416, c. 1, 3 e 5, c.p., perché, si associavano
tra loro alla scopo di commettere una serie di reati tra cui quelli di emissione di
false fatture a fronte di operazioni parzialmente e totalmente
inesistenti
attraverso la costituzione di società fittizie anche estere,
dichiarazioni fraudolente mediante utilizzo di fatture per operazioni inesistenti,
false comunicazioni sociali per lo più finalizzate alla commissione di reati truffa in
danno di istituti di credito al fine di ottenere da questi finanziamenti, riciclaggio
ed appropriazione indebita; truffa aggravata nei confronti dello Stato ovvero del
Ministero per i Beni e le attività culturali, cioè tenevano le condotte descritte nei
successivi capi di imputazione
In Milano dal 2003 al 2010.
capi C) —S)
- VERDIGLIONE
Armando,quale amministratore di fatto delle
seguenti
società: "VILLA SAN CARLO BORROMEO s.r.l.", "SPIRALIVEL Coop. Soc. a r.l.",
"SANITAS ATQUE SALUS Coop. Soc. a r.l.", "WORTHY WEB s.r.l.", "THE SECOND
RENAISSANCE s.r.l.", "PHRONIS s.r.l.", "ZEPHYROS s.r.l.", "ITALBRAIN s.r.l.",
"INTERATIM s.r.l.", "IMPRESA NUOVA s.r.l.", "DESIGN GALAXY s.r.l.", "EVENTS
& HOSPITALITY s.r.l.", "TOP TYPE s.r.l.", FRUA DE ANGELI HOLDING
S.p.A.","MODERNITAS s.r.l.", "NUMERARIO s.r.l.", "DESIGN CITY s.r.l.",
"INTEXTIO s.r.l.", "INTERDIGITALIA s.r.l.", "INTERSITUS s.r.l.", "PARCO
VISCONTI BORROMEO s.r.l.",
"ARS
MEDIATICA s.r.l."
nonché quale
istigatore e determinatore delle condotte sotto descritte;
3
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA