Sentenza Nº 50169 della Corte Suprema di Cassazione, 21-12-2015

Data di Resoluzione:21 Dicembre 2015
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
su ricorso proposto da:
PROCURATORE DELLA REPUBBLICA presso il tribunale di Sondrio, contro
l'ordinanza pronunciata in data 26/02/2015 dal giudice per le indagini preliminari
del Tribunale di Sondrio nei confronti di NOBILE Attilio nato il 16/07/1965;
Visti gli atti, l'ordinanza ed il ricorso;
udita la relazione fatta dal Consigliere dott. Geppino Rago;
udito il Procuratore Generale in persona del dott. Fulvio Baldi che ha concluso
per l'annullamento con rinvio;
FATTO
1. In data 01/12/2012, a seguito di una perquisizione domiciliare a carico
di NOBILE Attilio, veniva sottoposto a sequestro un frammento di sarcofago
egizio risalente al VIII-VI sec. A.C.
Il Nobile, veniva, quindi, indagato per i seguenti reati: a) artt. 10-176 dlgs
42/2004 per essersi impossessato del suddetto sarcofago costituente bene
culturale ex art. 10 dlgs cit. ed appartenente allo Stato ai sensi dell'art. 91 dlgs
cit.; b) art 648 cod. pen. per avere ricevuto il suddetto sarcofago provento di
contrabbando in quanto proveniente dalla Spagna ed introdotto in Italia in
violazione delle leggi doganali; c) del reato di cui agli artt. 282 dpr 43/1973 e 70
dpr 633/1972; reati tutti commessi in luogo ignoto ed in data anteriore al
01/12/2012.
Proposta dal Nobile istanza di restituzione, il Pubblico Ministero la
respingeva.
Penale Sent. Sez. 2 Num. 50169 Anno 2015
Presidente: ESPOSITO ANTONIO
Relatore: RAGO GEPPINO
Data Udienza: 11/11/2015
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA