Sentenza Nº 49410 della Corte Suprema di Cassazione, 29-10-2018

Data di Resoluzione:29 Ottobre 2018
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto nell'interesse di:
Zhou Shoutong, nato in Cina il 18.2.1963,
contro la sentenza della Corte di Appello di Reggio Calabria il 18.5.2017;
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal consigliere dott. Pierluigi Cianfrocca;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore Generale
dott. Felicetta Marinelli, che ha concluso per il rigetto del ricorso.
RITENUTO IN FATTO E CONSIDERATO IN DIRITTO
1.
Con sentenza del 22.10.2012, il Tribunale di Palmi aveva riconosciuto
Zhou Shoutong responsabile dei reati di cui agli artt. 292 e 295 DPR 42 de 1973,
69 e 70 del DPR 633 del 1973 (capi A) e E) - qui nell'ipotesi tentata - della
rubrica), 48 e 479 cod. pen. (capo ) della rubrica), 474 cod. pen. (capi C) e F)
della rubrica), 648 cod. pen. (capi D) e G) della rubrica) e, di conseguenza,
riuniti i fatti nel vincolo della continuazione sotto il più grave reato di cui al capo
D), lo aveva condannato alla pena complessiva di anni 2 e mesi 6 di reclusione
ed Euro 1.800 di multa, oltre al pagamento delle spese processuali;
2.
con sentenza del 18.5.2017, la Corte di Appello di Reggio Calabria, in
riforma di quella di primo grado, ha dichiarato non doversi procedere nei
confronti dell'imputato quanto ai reati a lui ascritti ai capi A), B), C), E) e F) della
rubrica, perché estinti per intervenuta prescrizione e, di conseguenza, ha
rideterminato la pena in quella complessiva di anni 2 e mesi 1 di reclusione ed
Euro 1.900 di multa;
Penale Sent. Sez. 2 Num. 49410 Anno 2018
Presidente: CERVADORO MIRELLA
Relatore: CIANFROCCA PIERLUIGI
Data Udienza: 22/06/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA