Sentenza Nº 48612 della Corte Suprema di Cassazione, 29-11-2019

Data di Resoluzione:29 Novembre 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da
BOCALI BARBARA, n. a Spoleto il 3/12/1963
avverso la sentenza resa in data 6/3/2018 dalla Corte d'Appello di Perugia
Visti gli atti, la sentenza impugnata e il ricorso;
udita nell'udienza pubblica del 29/10/2019 la relazione del Cons. Anna Maria De Santis;
udita la requisitoria del Sost.Proc.Gen.,Dott.Franca Zacco, che ha concluso per l'inammissibilità
del ricorso
RITENUTO IN FATTO
1.Con l'impugnata sentenza la Corte d'Appello di Perugia confermava la decisione del Tribunale
di Spoleto in data 4/3/2016, che aveva dichiarato l'imputata colpevole dei delitti di ricettazione
e detenzione a fine di vendita di merce recante marchi contraffatti, condannandola -previo
riconoscimento del vincolo della continuazione- alla pena di anni due,mesi quattro di reclusione
ed euro 600,00 di multa.
2. Ha proposto ricorso per Cassazione il difensore dell'imputata, Avv. Benito De Simone,
deducendo:
2.1 la violazione e falsa applicazione dell'art. 81 cod.pen. in relazione agli artt. 648 e 474
cod.pen. La difesa lamenta la mancata assoluzione della prevenuta dall'addebito di
ricettazione, richiamando l'orientamento della giurisprudenza di merito e di legittimità che
1
Penale Sent. Sez. 2 Num. 48612 Anno 2019
Presidente: DE CRESCIENZO UGO
Relatore: DE SANTIS ANNA MARIA
Data Udienza: 29/10/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA