Sentenza Nº 44678 della Corte Suprema di Cassazione, 04-11-2019

Data di Resoluzione:04 Novembre 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sui ricorsi proposti da:
BERNESCHI GIOVANNI nato a GENOVA il 27/05/1937
MENCONI FERDINANDO nato a SARZANA il 28/11/1943
CAVALLINI ERNESTO nato a VOGHERA il 03/03/1944
CALLONI SANDRO MARIA nato a MILANO il 06/08/1949
VALLEBUONA ANDREA nato a GENOVA il 09/11/1963
AVERNA ALFREDO nato a GENOVA il 29/01/1964
GIORGI DI VISTARINO IPPOLITO nato a GENOVA il 24/05/1962
PRIORI PIERMAURIZIO DOMENICO nato a CAGLIO il 10/10/1947
avverso la sentenza del 06/07/2018 della CORTE APPELLO di GENOVA
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dai Consiglieri, dott. AGOSTINACCHIO LUIGI e dott.
COSCIONI GIUSEPPE;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore DELIA CARDIA
Il Proc. Gen. conclude come segue:
- annullarsi senza rinvio limitatamente alla aggravante prevista dall'art. 4 L 146/06
contestata al capo 1) da escludersi;
Penale Sent. Sez. 2 Num. 44678 Anno 2019
Presidente: CAMMINO MATILDE
Relatore: AGOSTINACCHIO LUIGI - COSCIONI GIUSEPPE .
Data Udienza: 16/10/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
-
previa riqualificazione della condotta di riciclaggio contestata a CALLONI SANDRO
MARIA nel capo 5 limitatamente alla frazione di condotta riferibile al capo 3 nel reato
di truffa, annullarsi senza rinvio per essere estinto per prescrizione e, per l'effetto,
annullarsi con rinvio per la rideterminazione del trattamento sanzionatorio per
BERNESCHI, CAVALLINI, MENCONI, CALLONI. Rigettarsi nel resto i loro ricorsi;
-
rigetto dei ricorsi di VALLEBUONA, AVERNA, GIORGI DI VISTARINO, PRIORI.
uditi i difensori:
L'avvocato CASTALDO ANDREA R., in difesa di CA.RI.GE
.ASSICURAZIONI SPA ORA
AMISSIMA ASS.NI
SPA e
CA.RI.GE
.VITA NUOVA ORA AMISSIMA VITA SPA, deposita conclusioni scritte e nota
spese delle quali chiede la liquidazione dando atto dell'avvenuta revoca della
costituzione di parte civile nei confronti di VALLEBUONA ed AVERNA.
L'avvocato LANIA ROSSANA, in difesa di CA.RI.GE
.SPA, deposita conclusioni scritte e
nota spese delle quali chiede la liquidazione.
L'avvocato DI ZENZO CARMINE, in difesa di PRIORI PIERMAURIZIO DOMENICO, si
riporta ai motivi di ricorso e ne chiede l'accoglimento.
L'avvocato SINISCALCHI PAOLO, in difesa di CALLONI SANDRO MARIA, si riporta ai
motivi di ricorso e ne chiede l'accoglimento.
L'avvocato CECCONI FEDERICO, in difesa di CAVALLINI ERNESTO, si riporta al ricorso
ed insiste per l'accoglimento dello stesso.
L'avvocato RAIMONDO ROMANO, in difesa di VALLEBUONA ANDREA e AVERNA
ALFREDO, insiste nei ricorsi chiedendone l'accoglimento.
L'avvocato NARDO VINICIO S., in difesa di GALLONI SANDRO MARIA, si riporta ai
motivi di ricorso e ne chiede l'accoglimento.
L'avvocato FASCE VITTORIO, in difesa di CAVALLINI ERNESTO, si riporta ai motivi di
ricorso ed insiste per l'accoglimento dello stesso.
L'avvocato COSTA PAOLO, in difesa di VALLEBUONA ANDREA, si riporta ai motivi di
ricorso ed insiste per il loro accoglimento.
L'avvocato GROSSO ENRICO, in difesa di GIORGI DI VISTARINO IPPOLITO, si riporta
ai motivi di ricorso chiedendone l'accoglimento.
L'avvocato IANNACCONE GIUSEPPE, in difesa di MENCONI FERDINANDO, si riporta al
ricorso e ne chiede l'accoglimento con le conseguenti statuizioni di legge.
L'avvocato COPPI FRANCO CARLO, in difesa di MENCONI FERDINANDO, si riporta ai
motivi di ricorso ed insiste per il loro accoglimento.
L'avvocato ANGLESIO MAURIZIO NATALE FRANCO in difesa di BERNESCHI GIOVANNI,
si riporta al ricorso e ne chiede l'accoglimento.
-)
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
CONSIDERATO IN FATTO
1. Le statuizioni della Corte di Appello
Con sentenza del 06/07/2018 la Corte di Appello di Genova, in parziale riforma
della pronuncia del locale tribunale del 22/02/2017, appellata da Averna Alfredo,
Berneschi Giovanni, Calloni Sandro Maria, Cavallini Ernesto, Giorgi di Vistarino
Ippolito, Menconi Ferdinando, Priori Piermaurizio Domenico, Vallebuona Andrea e
dal Procuratore della Repubblica di Genova:
confermava il giudizio di penale responsabilità di Berneschi, Menconi,
Cavallini, Calloni per il reato di cui al capo 1 delle imputazioni (art. 416
commi 1 e 2 cod. pen. per essersi associati tra loro, assumendo
Berneschi, Cavallini e Menconi il ruolo di promotori ed organizzatori, allo
scopo di commettere più delitti di appropriazione indebita e/o truffa ai
danni della Banca CARIGE S.p.a., CARIGE VITA NUOVA S.p.a. e CARIGE
R.D. Assicurazioni S.p.a. - alias CARIGE Assicurazioni S.p.a. - nonché il
successivo riciclaggio e reinvestimento dei proventi illeciti) assolvendo
invece Vallebuona dallo stesso reato per non aver commesso il fatto;
dichiarava non doversi procedere nei confronti di Vallebuona Andrea e
Berneschi Giovanni in ordine al reato di truffa aggravata in concorso (in
danno della CARIGE VITA NUOVA S.p.a), loro ascritto al capo 3), perché
estinto per prescrizione;
confermava il giudizio di penale responsabilità di Menconi, Berneschi e
Cavallini, per il reato di cui al capo 4 (artt. 110 cod. pen. e 12 quinquies
L. 356/1992 - attribuzione fittizia di quote societarie finalizzata al
riciclaggio delle somme provento del reato di truffa contestato al capo 2 e
prescritto già in primo grado);
confermava il giudizio di penale responsabilità di Calloni e Vallebuona per
il reato di riciclaggio di cui al capo 5, in relazione ad operazioni su denaro
o beni mobili provenienti dai delitti di truffa di cui, per il Calloni, ai capi 2
e 3 nonché, per il Vallebuona, al solo capo 2 (operazioni dettagliatamente
indicate nel capo d'imputazione);
confermava il giudizio di penale responsabilità di Averna, Vallebuona,
Priori, Giorgi di Vistarino, Berneschi e Calloni per il reato di cui all'art. 476
cod. pen. (capo 9) per avere, in concorso tra loro, contraffatto il verbale
di assemblea dei soci del 30.09.2012 della società MB Service s.r.l. al fine
di occultare il reato di riciclaggio di cui al capo 5 (esclusa l'aggravante ex
art. 61 n. 2 cod. pen. per il solo Priori);
A
i
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA