Sentenza Nº 44525 della Corte Suprema di Cassazione, 31-10-2019

Data di Resoluzione:31 Ottobre 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da:
PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE TRIBUNALE DI ROMA
nei confronti di:
SOCIETA' NAVARRA S.P.A. IN PERSONA DEL SUO LEGALE RAPP.TE
TECNO GEA S.R.L. IN PERSONA DEL SUO LEGALE RAPP.TE
avverso l'ordinanza del 17/12/2018 del TRIB. LIBERTA di ROMA
udita la relazione svolta dal Consigliere LUCA RAMACCI;
lette/sentite le conclusioni del PG PASQUALE FIMIANI
Il Proc. Gen. conclude per l'inamnnissibilita'
udito il difensore
Il difensore presente avv. Perla Sciretta chiede l'accoglimento del ricorso chiedendo
l'inammissibilità del ricorso del PG
Penale Sent. Sez. 3 Num. 44525 Anno 2019
Presidente: IZZO FAUSTO
Relatore: RAMACCI LUCA
Data Udienza: 17/07/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
RITENUTO IN FATTO
1. Il Tribunale di Roma, con ordinanza del 17 dicembre 2018 ha rigettato
l'appello proposto dal Procuratore della Repubblica avverso il provvedimento con il
quale, il 5 novembre 2018, il GIP presso il medesimo Tribunale aveva rigettato una
richiesta di sequestro preventivo nel procedimento a carico di Rosettano NAVARRA
ed altri per il reato di cui agli artt. 110, 112,81 cpv cod. pen., 260 d.lgs. 152/2006,
nonché a carico delle persone giuridiche "NAVARRA S.p.a." e "TECNOGEN S.r.l." per
l'illecito amministrativo dipendente da reato di cui agli artt. 5, lett. a) e b) e 25-
undecies,
comma 2, lett. f) d.lgs. 231/2001 per i fatti di cui alle seguenti imputazioni:
NAVARRA Rosettano, quale legale rappresentante, nella specie Amministratore
Unico dalla data della costituzione, 16.10.1998, fino al 07.01.2008 e
successivamente quale Presidente del consiglio di amministrazione dal 07.01.2008
al 16.05.2016;
NAVARRA Bruno, quale amministratore di fatto nonché quale membro del
Consiglio di Amministrazione dal 07.01.2008 ali' 11.05.2011;
MIGLIORI Mauro, quale amministratore di fatto nonché quale membro del
Consiglio di Amministrazione dal 07.01.2008 al 16.05.2016;
BOSCO Luigi, quale direttore tecnico dal 06.10.2008 al 27.05.2016;
TOTRAKU Gentjana, quale dipendente e amministratore di fatto:
A) del reato p. e p. dagli artt. 110, 112, 81 cpv del C.P. ed art. 260 D.Lgs. 152/06,
perché, in concorso tra loro e nelle qualità di seguito indicate, nell'ambito delle
attività svolte in seno alla NAVARRA S.p.a., società svolgente attività di stoccaggio e
trattamento di rifiuti solidi e liquidi sia pericolosi che non pericolosi, destinati ad
essere avviati al recupero o allo smaltimento, con più operazioni esecutive di un
medesimo disegno criminoso, attraverso l'allestimento di mezzi ed attività
continuative, organizzavano, cedevano, trasportavano o, comunque, gestivano
abusivamente ingenti quantitativi di rifiuti, conseguendo un ingiusto profitto. In
particolare con le seguenti operazioni:
(CER 19.01.02 in uscita):
1
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA