Sentenza Nº 43879 della Corte Suprema di Cassazione, 29-10-2019

Data di Resoluzione:29 Ottobre 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sui ricorsi proposti da:
CUPIDO DIEGO nato a FROSINONE il 13/06/1971
IABONI LUIGI nato a FROSINONE il 26/07/1964
SPADA GIONNI nato a FROSINONE il 12/07/1977
SPINELLI PALMA nato a SANTA MARIA CAPUA VETERE il 15/09/1983
TARQUINI VALTER nato a FROSINONE il 09/09/1963
BALBI VINCENZO nato a NAPOLI il 08/01/1985
PIRONI ROBERTO nato a BOVILLE ERNICA( FRANCIA) il 01/01/1969
SHEHU KLODJANA nato il 06/06/1979
FRATTALI MASSIMILIANO nato a FROSINONE il 12/08/1970
FRATTALI ALEX nato a FROSINONE il 07/11/1989
CUPIDO TERESA nato a FROSINONE il 27/01/1974
STIRPE MASSIMO nato a FROSINONE il 28/03/1984
CUPIDO LORENA nato a FROSINONE il 05/10/1987
PAVIA ANGELA nato a FROSINONE il 08/12/1970
MINGARELLI EMANUELE nato a FROSINONE il 10/12/1985
ALEKSANDROWICZ RAFAL nato il 03/11/1980
IABONI MARIO nato a FROSINONE il 18/02/1988
MASTROPAOLO MAURIZIO nato a FROSINONE il 11/08/1972
REFFE MASSIMO nato a FROSINONE il 02/06/1984
Penale Sent. Sez. 3 Num. 43879 Anno 2019
Presidente: SARNO GIULIO
Relatore: SCARCELLA ALESSIO
Data Udienza: 11/09/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
ROMANO FRANCESCA nato a NAPOLI il 07/11/1963
avverso la sentenza del 11/05/2018 della CORTE APPELLO di ROMA
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal Consigliere ALESSIO SCARCELLA;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore Generale LUIGI
CUOMO, che ha concluso per l'annullamento con rinvio, quanto all'aumento per la
continuazione, e dichiararsi inammissibili nel resto i ricorsi di Cupido Diego, Iaboni
Luigi, Spada Gionni, Spinelli Palma, Tarquini Valter, Balbi Vincenzo, Frattali
Massimiliano, Frattalì Alex, Cupido Alex, Stirpe Massimo, Cupido Lorena, Pavia Angela,
Mingarelli Emanuele, Aleksandrowicz Rafal, Iaboni Mario, Reffe Massimo. Dichiararsi
infine inammissibili i ricorsi di Romano Francesca, Shehu Klodjana, Pironi Roberto e
Mastropaolo Maurizio.
uditi ì difensori presenti, avv. Angela Porcelli, avv. Giosuè Naso, avv. Alessandro De
Federicìs, avv. Marco Cìnquegrana (anche in sostituzione, per delega orale, dell'avv.
Nicola Ottaviani) ed avv. Tony Ceccarelli (anche in sostituzione dell'avv. Angelo
Pincivero come da delega che deposita), i quali, nell'interesse dei rispettivi assistiti,
hanno chiesto accogliersi i relativi ricorsi;
2
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
RITENUTO IN FATTO
1.
Con sentenza 11.05.2018, la Corte d'appello di Roma, in riforma della sentenza
del GIP presso il Tribunale di Roma in data 29 marzo 2017 appellata da ALEKSAN-
DROWICZ Rafal, BALBI Vincenzo, CUPIDO Diego, CUPIDO Lorena, CUPIDO Teresa,
FRATTALI Alex, FRATTALI Massimiliano, IABONI luigi, IABONI Mario, MASTRO-
PAOLO Maurizio, MINGARELLI Emanuel, PAVIA Angela, PIRONI Roberto, REFFE
Massimo, ROMANO Francesca, SHEHU Klodjana, SPADA Gionni, SPINELLI Palma,
STIRPE Massimo e TARQUINI Valter:
a)
ritenuta quanto a TARQUINI Valter l'unicità del disegno criminoso con il reato
di cui all'art. 73 DPR n. 309/1990 commesso in data 25.2.2015 e già giudicato con
sentenza emessa dalla Corte di appello di Roma in data 28.6.2016 (irrevocabile il
24.1.2017) e ritenuti più gravi i reati oggetto del presente giudizio, rideterminava
la pena complessiva, tenuto conto della riduzione per il rito, in anni 17 e mesi 4 di
reclusione (in essa assorbita la pena di cui alla citata sentenza irrevocabile in data
24.1.2017);
b)
ritenuta quanto a MASTROPAOLO Maurizio l'unicità del disegno criminoso con il
reato di cui all'art. 73 DPR n. 309/1990 commesso in data 12.6.2013 e già giudi-
cato con sentenza emessa dalla Corte di appello di Roma in data 30.6.2014 (irre-
vocabile il 10.4.2015) e ritenuti più gravi i reati oggetto del presente giudizio,
rideterminava la pena complessiva, tenuto conto della riduzione per il rito, in anni
7 e mesi 6 di reclusione (in essa assorbita la pena di cui alla citata sentenza irre-
vocabile in data 30.6.2014);
c)
confermava nel resto l'impugnata sentenza, che aveva condannato, in esito al
rito abbreviato richiesto: 1) CUPIDO Diego alla pena di 18 anni di reclusione per i
reati di cui agli artt. 73 e 74 D.P.R. n. 309/90; 2) BALBI Vincenzo alla pena dj anni
16 (sedici) di reclusione, per i reati di cui agli artt. 73 c. 4 e 74 D.P.R. n. 309/90;
3) IABONI Luigi alla pena di anni 15 e mesi 4 di reclusione per i reati di cui agli
artt. 73 c. 4 e 74 D.P.R. n. 309/90; 4) IABONI Mario alla pena di anni 8 di reclu-
sione, per i reati di cui agli artt. 73 c. 4 e 74 D.P.R. n. 309/90; 5) PIRONI Roberto
alla pena di anni 8 di reclusione, per i reati di cui agli artt. 73 c. 4 e 74 D.P.R. n.
309/90; 6) STIRPE Massimo, alla pena di anni 8 di reclusione, per i reati di cui agli
artt. 73 c. 4 e 74 D.P.R. n. 309/90; 7) PAVIA Angela alla pena di anni 7 e mesi 8
di reclusione, per i reati di cui agli artt. 73 c. 4 e 74 D.P.R. n. 309/90; 8) FRATTALI
Alex alla pena di anni 7, mesi 2 e gg. 20 di reclusione, per i reati di cui agli artt.
73 c. 4 e 74 D.P.R. n. 309/90; 9) REFFE Massimo, alla pena di anni 7, mesi 1 e
gg. 10 di reclusione, per i reati di cui agli artt. 73 e. 4 e 74 D.P.R. n. 309/90; 10)
SHEHU Klodjiana alla pena di anni 7 di reclusione, per i reati di cui agli artt. 73 c.
3
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA