Sentenza Nº 40258 della Corte Suprema di Cassazione, 02-10-2019

Data di Resoluzione:02 Ottobre 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sui ricorsi proposti da:
Procuratore Generale c/o la Corte di Appello di Milano
AGENZIA DELLE ENTRATE
MINISTERO DIFESA INDIA
nel procedimento a carico degli imputati non ricorrenti:
SPAGNOLINI BRUNO E ORSI GIUSEPPE
avverso la sentenza del 08/C1/2018 della CORTE APPELLO
di
MILANO
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dai Consigliere ALDO ESPOSITO;
udito H Pubblico Ministero in persona del Sostituto Procuratore MARIELLA DE
MASELLIS
che ha concluso chie.dencio il rigetto dei ricorsi.
Per la parte civlie AGENZIA DELLE ENTRATE è presente l'avvocato VANADIA
GABRIELLA dell'AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO che, dopo aver sottolineato i
punti salienti dei motiv di ricorso, insiste rei loro accocilimento.
Per ;a parte civiie MINISTERO DELLA DIFESA DELLA REPUBBLICA DELL'INDIA è
presente i'avvocato LOSENGO ROBERTO in qualità di sostituto processuale
dell'avvocato ROLLA FRANCESCA, entrambi dei foro di MILANO, come da nomina ex
Penale Sent. Sez. 4 Num. 40258 Anno 2019
Presidente: PICCIALLI PATRIZIA
Relatore: ESPOSITO ALDO
Data Udienza: 22/05/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
art. 102 depositata in udienza,.
quale dissentendo dalle conclusioni del PG ed
esponendo dettagliatamente e motivazioni chiede di accogliere i ricorsi e per l'effetto
annullare la sentenza impugnata come da conciusion: e nota spese che deposita.
In difesa di ORSI GIUSEPPE sono preservi l'avvocato AMODIO ENNIO e l'avvocato
GALANTI MARIA NOVELLA entrambi del foro di MILANO. Prende la parola l'avvocato
Amodio Ennio il quale, dopo aver illustrato brevemente !e argomentazioni relative al
capo A), chiede di dichiarare inammissibile sia il ricorso del PG che quello della parte
civile. Successivamente l'avvocato Galanti Maria Novella argomentando le motivazioni
relative agli a!tri capi di imputazione insiste nel loro integrale accoglimento.
E' presente l'avvocato BASSI MASSIMO del foro di MILANO in difesa di SPAGNOLINI
BRUNO il quale, dopo aver riassunto i motivi di ricorso, chiede di dichiarare
inammissibili tutti i ricorsi o in subordine il loro rigetto.
2
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
RITENUTO IN FATTO
1. Il Tribunale di Busto Arsizio, giudicando Orsi Giuseppe e Spagnolini Bruno in
relazione ai reati cli cui agli artt. 110, 112, n. 1, 319, 321, 322 bis, comma 2, n.
2, cod. pen. e .2 c.igs. 74/2000, con sentenza del 9 ottobre 2014 li condannava
entrambi alla pena di due anni di reclusione in relazione a tale secondo reato (di
cui al capo B della rubrica), limitatamente al periodo di imposta maggio 2009 -
giugno 2010, e at conseguente risarcimento dei danni in favore della parte civile
Agenzia delle Enti ate, assolvendoli dal reato di corruzione propria internazionale
(di cui al capo A)
-
Jena rubrica) e dai residui addebiti relativi al capo B), perché il
fatto non sussiste.
Nella vicenda in esame la contestazione di cui al capo A) riguarda il reato di
corruzione per u- atto contrario ai doveri d'ufficio, commesso da un pubblico
funzionario di une Stato estero, realizzata per procurare a sé e ad altri un indebito
vantaggio in opierzion
,
economiche internazionali, e cioè il reato di cui agli artt.
110, 112, n. 1, 319, 321, 322 bis, comma 2, n. 2, cod. pen.
Agli imputati è stato contestato di avere, nelle loro rispettive qualità, Giuseppe
Orsi di amministratore delegato e presidente di Finmeccanica dal 4/5/2011 e, in
precedenza, di ar ministratore delegato di AgustaWestland Holding N.V. dal 2005
al maggio 2001 e consigliere delegato con poteri di gestione dal 23/12/2004 al
13/6/2011 anche AgustaWestland S.p.a., e Bruno Spagnolini di amministratore
delegato di AgustaWestland Holdings N.V. dal maggio 2011 e, in precedenza, di
amministratore d:.
-
legato dal 23/12/2004 al 13/6/2011 di AgustaWestland S.p.a.,
allo scopo di 1::curare a sé o ad altri un indebito vantaggio in operazioni
economiche inteinazonali, promesso e corrisposto somme di denaro non
esattamente quantificate al Maresciallo Sashi Tyagi, Capo di Stato Maggiore
dell'Indian Air Force
dal
2004 al 2007, per compiere o per aver compiuto un atto
contrario ai doveri d'uffcio, allo scopo di favorire AgustaWestland S.p.a. nella gara
per l'aggiudicazio
-
ie dell'appalto per la fornitura al Governo della Repubblica
dell'India di 12 el ::otteri VVIP.
Secondo la contestazione, Orsi avrebbe incaricato Haschke Guido Ralph
(amministratore e socio di Gadit S.A. e di Gordian Services s.a.r.I.) e Michel
Christian (titolare :jena Global Service Trade Commerce e della Global Service FZE)
di condurre la tra
.
:tativa in India, stante l'interesse manifestato dal Ministero della
Difesa Indiano par l'acquisto di elicotteri da destinare al trasporto di alte
personalità governative; Haschke e Carlo Gerosa (socio di Haschke), per il tramite
dei fratelli Jun Tyegi, Docsa Tyagi e Sancleep Tyagi, cugini del Maresciallo Sashi
Tyagi, sarebbero intervenuti sul bando della relativa gara, facendolo modificare in
senso favorevole d AgustaWestland, ottenendo la riduzione della quota operativa
3
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA