Sentenza Nº 37794 della Corte Suprema di Cassazione, 12-09-2019

Data di Resoluzione:12 Settembre 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sui ricorsi proposti rispettivamente nell'interesse di
Venia Salvatore, n. a Catenanuova il 15/06/1972, rappresentato ed
assistito dall'avv. Francesco Tavella, di fiducia,
Prestifilippo Cirimbolo Michael, n. a Catania il 12/05/1990,
rappresentato ed assistito dall'avv. Davide Giuseppe Giugno, di fiducia,
Di Stefano Angelo, n. a Paternò il 23/03/1958, rappresentato ed
assistito dall'avv. Massimiliano Bellini, di fiducia,
Scaffidi Giuseppe, n. a Enna il 23/01/1993, rappresentato ed assistito
dall'avv. Massimiliano Bellini, di fiducia,
Caputa Mario, n. a Desio il 14/11/1985, rappresentato ed assistito
dall'avv. Giovanni Palermo, di fiducia,
i
Tirendi Carmelo, n. a Catania il 27/09/1994, rappresentato ed assistito
dall'avv. Gabriele Claudio Roberto Cantaro, di fiducia,
Spicuzza Giacomo, n. a Catania il 01/10/1981, rappresentato ed
assistito dall'avv. Massimiliano Bellini, di fiducia,
Riccombeni Prospero, n. a Catania il 03/12/1971, rappresentato ed
assistito dall'avv. Egidio Francesco La Malfa, di fiducia,
1
Penale Sent. Sez. 2 Num. 37794 Anno 2019
Presidente: GALLO DOMENICO
Relatore: PELLEGRINO ANDREA
Data Udienza: 12/06/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
Maugeri Andrea, n. a Enna il 06/01/1990, rappresentato ed assistito
dall'avv. Egidio Francesco La Malfa, di fiducia,
Leonardi Salvatore, n. a Catania il 17/06/1966, rappresentato ed
assistito dall'avv. Egidio Francesco La Malfa, di fiducia,
Di Marco Prosperino, n. a Catania il 28/04/1990, rappresentato ed
assistito dall'avv. Massimiliano Bellini, di fiducia,
Saccone Antonino, n. a Regalbuto il 06/07/1973, rappresentato ed
assistito dall'avv. Salvatore Centorbi, di fiducia,
Guagliardo Stefano, n. a Enna il 20/12/1983, rappresentato ed assistito
dall'avv. Salvatore Centorbi, di fiducia,
avverso la sentenza della Corte di appello di Caltanissetta, seconda
sezione penale, n. 81/2017, in data 22/05/2018;
visti gli atti, il provvedimento impugnato ed i ricorsi;
sentita la relazione della causa fatta dal consigliere Andrea Pellegrino;
udita la requisitoria del Sostituto procuratore generale Maria
Giuseppina Fodaroni che chiede il rigetto dei ricorsi di Prestifilippo
Cirimbolo Michael, Guagliardo Stefano e Saccone Antonino; chiede
altresì il rigetto (in principalità) del ricorso di Leonardi Salvatore ovvero
(in subordine) l'annullamento con rinvio limitatamente al capo L, con
rigetto nel resto; chiede infine di dichiararsi l'inammissibilità di tutti gli
altri ricorsi;
udita la discussione dei difensori, e segnatamente dell'avv. Luigi Ticino,
comparso in sostituzione dell'avv. Francesco Tavella e dell'avv.
Massimiliano Bellini, dell'avv. Egidio Francesco La Malfa, dell'avv.
Gabriele Claudio Roberto Cantaro, dell'avv. Salvatore Centorbi,
dell'avv. Giovanni Palermo e dell'avv. Davide Giuseppe Giugno che,
nell'interesse dei rispettivi assistiti, si riportano ai motivi di ricorso
proposti chiedendone l'accoglimento.
RITENUTO IN FATTO
1. Con sentenza in data 31/05/2016, il Tribunale di Enna
dichiarava:
-
Venia Salvatore, responsabile del reato di cui al capo
A-bis
(art. 416-
bis,
commi 1, 3 e 4 cod. pen.) e lo condannava alla pena di anni 10 di
reclusione e pene accessorie di legge;
-
Prestifilippo Cirimbolo Michael, responsabile dei reati di cui ai capi 2
2
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
(artt. 74, commi 1 e 2 d.P.R. 309/90 e 7 I. 203/91) e 3 (artt. 81 cpv.,
110 cod. pen. e 73 d.P.R. 309/90) e lo condannava alla pena di anni
10 di reclusione e pene accessorie di legge;
-Di Stefano Angelo, responsabile dei reati di cui ai capi U (artt. 81 cpv.,
110, 629, commi 1 e 2, 628, comma 3 n. 3 cod. pen. e 7 I. 203/91), V
(artt. 81 cpv., 110, 629, commi 1 e 2, 628, comma 3 n. 3 cod. pen. e
7 I. 203/91), Z (artt. 81 cpv., 110, 629, commi 1 e 2, 628, comma 3
n. 3 cod. pen. e 7 I. 203/91), BB (artt. 81 cpv., 110, 629, commi 1 e
2, 628, comma 3 n. 3 cod. pen. e 7 I. 203/91), CC (artt. 81 cpv., 110,
629, commi 1 e 2, 628, comma 3 n. 3 cod. pen. e 7 I. 203/91) e FF
(artt. 110 cod. pen., 2 e 7 I. 895/67, 7 d.l. 152/91) e lo condannava
alla pena di anni 11 di reclusione ed euro 12.000,00 di multa e pene
accessorie di legge;
-
Scaffidi Giuseppe, responsabile dei reati di cui ai capi 4 (artt. 74,
commi 1, 2 e 3 d.P.R. 309/90 e 7 I. 203/91) e 5 (artt. 81 cpv., 110
cod. pen. e 73 d.P.R. 309/90) e lo condannava alla pena di anni 10 di
reclusione e pene accessorie di legge;
-
Caputa Mario, responsabile dei reati di cui ai capi 4 (artt. 74, commi
1, 2 e 3 d.P.R. 309/90 e 7 I. 203/91) e 5 (artt. 81 cpv., 110 cod. pen.
e
73 d.P.R. 309/90) e lo condannava alla pena di anni 10 di reclusione
e
pene accessorie di legge;
-
Tirendi Carmelo, responsabile dei reati di cui ai capi 4 (artt. 74, commi
1, 2, 3 e 4 d.P.R. 309/90 e 7 I. 203/91), 5 (artt. 81 cpv., 110 cod. pen.
e
73 d.P.R. 309/90), Z (artt. 81 cpv., 110, 629, commi 1 e 2, 628,
comma 3 n. 3 cod. pen. e 7 I. 203/91), CC (artt. 81 cpv., 110, 629,
commi 1 e 2, 628, comma 3 n. 3 cod. pen. e 7 I. 203/91), EE (artt. 81
cpv., 110 cod. pen., 4 e 7 I. 895/67, 7 d.l. 152/91) ed FF (artt. 110
cod. pen., 2 e 7 I. 895/67, 7 d.l. 152/91) e lo condannava alla pena di
anni 12 di reclusione e pene accessorie di legge;
-
Spicuzza Giacomo, responsabile dei reati di cui ai capi 4 (artt. 74,
commi 1, 2 e 3 d.P.R. 309/90 e 7 I. 203/91) e 5 (artt. 81 cpv., 110
cod. pen. e 73 d.P.R. 309/90) e lo condannava alla pena di anni 10 di
reclusione e pene accessorie di legge;
-
Riccombeni Prospero, responsabile dei reati di cui ai capi Q (artt. 81
cpv., 110, 629, commi 1 e 2, 628, comma 3 n. 3 cod. pen. e 7 I.
203/91) ed S (artt. 81 cpv., 110, 629, commi 1 e 2, 628, comma 3 n.
3 cod. pen. e 7 I. 203/91) e lo condannava alla pena di anni 9 di
3
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA