Sentenza Nº 35871 della Corte Suprema di Cassazione, 08-08-2019

Data di Resoluzione:08 Agosto 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da
Zullo David, nato a Pistoia il 13/05/1962
avverso la sentenza del 22/06/2018 della Corte di appello di Firenze
visti gli atti, il provvedimenti denunziato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal consigliere Ersilia Calvanese;
udite le richieste del Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore
generale Maria Giuseppina Fodaroni, che ha concluso chiedendo che il ricorso sia
dichiarato inammissibile;
udito il difensore, avv. Ivan Bechini, che ha concluso riportandosi ai motivi di
ricorso.
RITENUTO IN FATTO
1. Con la sentenza in epigrafe indicata, la Corte di appello di Firenze
confermava la sentenza che aveva condannato, all'esito di giudizio abbreviato,
David Zullo per il reato di calunnia (art. 368 cod. pen.) ai danni di Paolo
Vannozzi e Alessandro Lazzi.
All'imputato era stato contestato di aver con un esposto falsamente
accusato, pur sapendoli innocenti, Paolo Vannozzi e Alessandro Lazzi,
Penale Sent. Sez. 6 Num. 35871 Anno 2019
Presidente: DI STEFANO PIERLUIGI
Relatore: CALVANESE ERSILIA
Data Udienza: 20/06/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA