Sentenza Nº 34487 della Corte Suprema di Cassazione, 27-12-2019

Data di Resoluzione:27 Dicembre 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
2
1
Sul ricorso iscritto al numero 12967 del ruolo generale dell'anno
f
2018, proposto
da
Repsol Italia s.p.a., in persona del legale rappresentante
pro
tempore,
rappresentata e difesa dall'avv.to Prof. Paolo Centok
giusta procura speciale in calce al ricorso, e dall'avv.to Andreina
Gastaldo, in forza di procura in calce alla memoria depositata ai sensi
dell'art. 378 c.p.c., elettivamente domiciliata presso lo studio
dell'avv.to Francesco d'Ayala Valva, in Roma, Viale dei Parioli n. 43;
-ricorrente -
Civile Sent. Sez. 5 Num. 34487 Anno 2019
Presidente: MANZON ENRICO
Relatore: PUTATURO DONATI VISCIDO DI NOCERA MARIA GIULIA
Data pubblicazione: 27/12/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
Contro
Agenzia delle dogane e dei monopoli,
in persona del Direttore
pro
tempore,
domiciliata in Roma, Via dei Portoghesi n. 12, presso
l'Avvocatura Generale dello Stato che la rappresenta e difende;
-controricorrente -
per la cassazione della sentenza della Commissione tributaria
regionale della Campania, n. 8986/22/17, depositata in data 25
ottobre 2017, non notificata.
Udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del 13
novembre 2019 dal Relatore Cons. Maria Giulia Putaturo Donati
Viscido di Nocera;
udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale
Immacolata Zeno che ha concluso per il rigetto;
uditi per la società contribuente l'avv.to Andreina Castaldo e per
l'Agenzia delle dogane l'avv.to dello Stato Francesco Meloncelli;
FATTI DI CAUSA
1. L'Agenzia delle dogane e dei monopoli, Ufficio delle Dogane di
Napoli 2, accertò che, nel periodo 11 agosto 2010-30 dicembre 2010,
Repsol Italia s.p.a., detentrice di gasolio in sospensione di accisa
presso un deposito fiscale di prodotti energetici gestito dalla I.SE.
CO.L.D. s.p.a., aveva venduto 34 partite di gasolio, per un
ammontare di litri 1.194.469 alla società Ge.Sa.Oil Trading s.r.l. in
esenzione di accisa in quanto destinate al rifornimento di navi (c.d.
bunkeraggio) mediante la procedura di esportazione ma che tali
rifornimenti non erano mai avvenuti, essendo stato l'intero
quantitativo di gasolio immesso in consumo nel territorio nazionale
con evasione dell'accisa per un ammontare di euro 505.226,12. Da
qui la notifica in data 7 agosto 2015 alla Repsol Italia s.p.a.
dell'avviso di pagamento n. 31469/RU- relativo alle accise evase per
2
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA