Sentenza Nº 32033 della Corte Suprema di Cassazione, 18-07-2019

Data di Resoluzione:18 Luglio 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sui ricorsi proposti da:
PROCURATORE GENERALE presso la Corte d'appello di Firenze
nonchè da
BERNI GAETANO, nato ad IMPRUNETA il 04/09/1946;
MARTINI GIAMPIERO, nato a BOLOGNA il 10/07/1955
contro la sentenza emessa in data 19/02/2018 della Corte d'appello di Firenze.
nel procedimento a carico di questi ultimi
Esaminati gli atti, il provvedimento impugnato ed il ricorso;
udita la relazione svolta dal Consigliere SERGIO BELTRANI;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale PIETRO
MOLINO, che ha concluso chiedendo l'annullamento senza rinvio per i reati di
appropriazione indebita e di tentata appropriazione indebita di cui ai capi A, D e F (così
riqualificati i reati di cui ai capi A e F originariamente e separatamente contestati ex
art. 314 c.p.) per difetto di querela, ed, in subordine, la concessione di un termine per
l'avviso alle persone offese onde consentir loro l'eventuale esercizio del diritto di
querela, con rigetto nel resto dei ricorsi di BERNI GAETANO e MARTINI GIAMPIERO; ha
chiesto, altresì, l'annullamento con rinvio della sentenza impugnata limitatamente alla
pronuncia di assoluzione per il reato di estorsione, con rigetto nel resto del ricorso del
P.G. distrettuale;
Penale Sent. Sez. 2 Num. 32033 Anno 2019
Presidente: CAMMINO MATILDE
Relatore: BELTRANI SERGIO
Data Udienza: 21/03/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
uditi:
-
per l'imputato MARTINI, gli avvocati GUIDO MAGNISI e SANDRO GUERRA, che si
sono riportati ai motivi di ricorso ed alla memoria depositata, chiedendone
l'accoglimento (in particolare, quanto alla declaratoria d'improcedibilita' per mancanza
di querela), chiedendo altresì declaratoria d'inammissibilita' del ricorso del P.G.;
-
per l'imputato BERNI, gli avvocati MAURIZIO GIANNONE ed ALFREDO GAITO, che si
sono riportati alle note difensive depositate, chiedendo dichiararsi l'inammissibilita' del
ricorso del P.G. e la conferma in parte qua della sentenza impugnata, chiedendo altresì
l'accoglimento dei propri motivi di ricorso.
2
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA