Sentenza Nº 32014 della Corte Suprema di Cassazione, 18-07-2019

Data di Resoluzione:18 Luglio 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da:
FILIPPONE ANTONIO nato a CANOLO il 18/05/1947
avverso la sentenza del 26/10/2018 della CORTE APPELLO di BOLOGNA
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal Consigliere ANGELO CAPUTO
Uditi in pubblica udienza il Sostituto Procuratore generale della Repubblica
presso questa Corte di cassazione Giuseppe Corasaniti, che ha concluso per il
rigetto del ricorso e, per il ricorrente, l'avv. Domenico Cosenza, in sostituzione
dell'avv. Giuseppe Calenda, che ha concluso per l'accoglimento del ricorso.
RITENUTO IN FATTO
1. Con sentenza del 26/10/2018, la Corte di appello di Bologna ha
confermato la sentenza del 19/05/2016 con la quale il Tribunale di Ferrara aveva
dichiarato Antonio Fílippone responsabile, quale amministratore unico di I.C.E.
s.r.I., dichiarata fallita il 31/05/2012, dei reati di bancarotta fraudolenta
patrimoniale (in particolare, per aver distratto la somma di circa 125 mila euro,
Penale Sent. Sez. 5 Num. 32014 Anno 2019
Presidente: SABEONE GERARDO
Relatore: CAPUTO ANGELO
Data Udienza: 13/06/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA