Sentenza Nº 30012 della Corte Suprema di Cassazione, 21-11-2018

Data di Resoluzione:21 Novembre 2018
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso iscritto al n. 12622/2011 R.G. proposto da
MINARDI GIUSEPPE, rappresentato e difeso dall'avv. Antonio Vincenzi, con
domicilio eletto presso lo studio dell'avv. G. Brancadoro in Roma, via
Borgognona, n. 47;
- ricorrente -
contro
AGENZIA DELLE ENTRATE, in persona del Direttore p.t., elettivamente
domiciliata in Roma, alla via dei Portoghesi n. 12, presso l'Avvocatura
Generale dello Stato che la rappresenta e difende come per legge;
-con troricorrente e ricorrente incidentale-
avverso la sentenza n. 33/01/2010 della Commissione Tributaria regionale
della Emilia Romagna depositata il 22/03/2010;
e sul ricorso proposto da
Civile Sent. Sez. 5 Num. 30012 Anno 2018
Presidente: GRECO ANTONIO
Relatore: CONDELLO PASQUALINA ANNA PIERA
Data pubblicazione: 21/11/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
AGENZIA DELLE ENTRATE, in persona del Direttore p.t., elettivamente
domiciliata in Roma, alla via dei Portoghesi n. 12, presso l'Avvocatura
Generale dello Stato che la rappresenta e difende come per legge;
-ricorrente-
contro
MINARDI GIUSEPPE, rappresentato e difeso dall'avv. Antonio Vincenzi,
elettivamente domiciliato in Roma, via Borgognona, n. 47 (studio G.
Brancadoro);
- con troricorrente -
e
FALLIMENTO A.F.A. S.R.L., in persona del Curatore
-intimato-
avverso la sentenza della Commissione tributaria regionale della Emilia
Romagna n. 32/01/10 depositata il 22/3/2010.
Udita la relazione svolta nella pubblica udienza del 14/2/2018 dal Consigliere
Pasqualina Anna Piera Condello;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale
dott.ssa Immacolata Zeno, che ha concluso chiedendo il rigetto della
eccezione sollevata dalla Agenzia delle Entrate, il rigetto del ricorso di
Giuseppe Minardi, in proprio, ed il rigetto del ricorso incidentale proposto dalla
Agenzia delle Entrate;
udito il difensore di Minardi Giuseppe, Avv. Antonio Vincenzi;
udito il difensore della Agenzia delle Entrate, Avv. Pietro Garofoli;
FATTI DI CAUSA
Con avviso di accertamento n. R7Z03T100547 emesso sulla base di
processi verbali di constatazione della Guardia di Finanza del 12.6.06 e del
30.4.07, l'Agenzia delle Entrate recuperava a tassazione, nei confronti della
società Giuseppe Minardi & Figlio s.r.I., ai fini Ires, Irap ed Iva, in relazione
all'anno di imposta 2004, le detrazioni Iva ed, ai sensi dell'art. 14, comma 4-
bis della legge 573/93, come modificato dall'art. 2 legge n. 289/02, i costi
relativi ad operazioni ritenute soggettivamente inesistenti, connessi
2
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA