Sentenza Nº 29629 della Corte Suprema di Cassazione, 08-07-2019

Data di Resoluzione:08 Luglio 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da:
Procuratore generale presso la Corte di appello di Trieste e dalla parte civile
Axa Assicurazioni
nel procedimento a carico di
RIGHETTI MARCO NATO A BUSSOLENGO IL 25 MAGGIO 1973
avverso la sentenza resa dalla Corte di appello di Trieste il 28 novembre 2018
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal Consigliere MARIA DANIELA BORSELLINO;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore Franca Zacco
che ha concluso chiedendo l'annullamento della sentenza con rinvio per nuovo
esame.
L'avv. Piazza per la parte civile insiste nei motivi di ricorso e deposita
conclusioni
L'avv. Capalbo nell'interesse dell'imputato chiede il rigetto dei ricorsi e la
conferma della sentenza.
RITENUTO IN FATTO
1.Con la sentenza impugnata la Corte di appello di Trieste, riformando la
sentenza emessa dal Tribunale di Udine il 24 giugno 2016, ha assolto Marco
Righetti dal reato di frode in danno della compagnia assicurativa Axa
assicurazioni perché il fatto non costituisce reato.
Penale Sent. Sez. 2 Num. 29629 Anno 2019
Presidente: DE CRESCIENZO UGO
Relatore: BORSELLINO MARIA DANIELA
Data Udienza: 28/05/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA