Sentenza Nº 28799 della Corte Suprema di Cassazione, 02-07-2019

Data di Resoluzione:02 Luglio 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da:
PROCURATORE GENERALE PRESSO CORTE D'APPELLO DI MILANO
nel procedimento a carico di:
MANCIN SILVANO nato a PIOVE DI SACCO il 01/02/1940
avverso la sentenza del 14/06/2017 del GIP TRIBUNALE di MONZA
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal Consigliere FRANCESCO ALIFFI;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore ELISABETTA CESQUI
che ha concluso chiedendo l'annullamento con rinvio della sentenza impugnata.
RITENUTO IN FATTO E CONSIDERATO IN DIRITTO
1. Con sentenza in data 14 giugno 2017 il Giudice per le indagini preliminari del
Tribunale di Monza, investito della richiesta di emissione del decreto penale di
condanna, ha assolto Mancin Silvano dalla contravvenzione di cui all'art. 20 delle
legge n. 110 del 1975 per insussistenza dell'addebito; a ragione osservava che non
era stata acquista alcuna prova che i due fucili marca Beretta, tipo doppietta,
calibro 12, la cui detenzione era stata regolarmente denunciata dall'imputato,
fossero ancora funzionanti quando quest'ultimo ne aveva dismesso il possesso; in
Penale Sent. Sez. 1 Num. 28799 Anno 2019
Presidente: TARDIO ANGELA
Relatore: ALIFFI FRANCESCO
Data Udienza: 16/04/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA