Sentenza Nº 28066 della Corte Suprema di Cassazione, 26-06-2019

Data di Resoluzione:26 Giugno 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da:
PERRONE ANDREA nato a ROMA il 13/01/1973
avverso la sentenza del 06/12/2017 della CORTE APPELLO di ROMA
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal Consigliere ANGELO CAPUTO
Uditi in udienza pubblica il Sostituto Procuratore generale della Repubblica
presso questa Corte di cassazione Luigi Birritteri, che ha concluso per
l'inammissibilità del ricorso.
RITENUTO IN FATTO
Con sentenza deliberata il 06/12/2017, la Corte di appello di Roma ha
confermato la sentenza del Tribunale di Roma in data 14/05/2014 con la quale
Andrea Perrone era stato dichiarato colpevole dei reati di lesioni personali e di
evasione e, con la recidiva reiterata infraquinquennale, lo aveva condannato alla
pena di giustizia.
Avverso l'indicata sentenza della Corte di appello di Roma ha proposto
ricorso per cassazione Andrea Perrone, attraverso il difensore avv. Roberto
Penale Sent. Sez. 5 Num. 28066 Anno 2019
Presidente: SABEONE GERARDO
Relatore: CAPUTO ANGELO
Data Udienza: 04/06/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA