Sentenza Nº 24876 della Corte Suprema di Cassazione, 20-10-2017

Data di Resoluzione:20 Ottobre 2017
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso 23099-2011 proposto da:
UNIVERSITA' CA' FOSCARI DI VENEZIA, in persona del Rettore pro
tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIALE MAZZINI 134,
presso lo studio dell'avvocato LUIGI FIORILLO, che la rappresenta e
difende unitamente all'avvocato ADALBERTO PERULLI;
Civile Sent. Sez. U Num. 24876 Anno 2017
Presidente: AMOROSO GIOVANNI
Relatore: TRIA LUCIA
Data pubblicazione: 20/10/2017
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
- ricorrente -
contro
I.N.P.S. - ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA
SOCIALE, in
proprio e nella qualità di procuratore speciale della SOCIETA' DI
CARTOLARIZZAZIONE DEI CREDITI I.N.P.N. (S.C.C.I.) S.P.A., in
persona del Presidente pro tempore, elettivamente domiciliato in
ROMA, VIA CESARE BECCARIA 29, presso l'Avvocatura Centrale
dell'Istituto stesso, rappresentato e difeso dagli avvocati CARLA
D'ALOISIO, ANTONINO SGROI e LELIO MARITATO;
MC BAIN IRENE, KALLAS ELIE, nonché LAI MARIA GRAZIA e
LABANYEH YASMIN nella qualità di eredi di LABANYEH ISSAM,
elettivamente domiciliati in ROMA, VIA FEDERICO CONFALONIERI 5,
presso lo studio dell'avvocato LUIGI MANZI, che li rappresenta e
difende unitamente all'avvocato LORENZO PICOTTI;
- controricorrenti -
sul ricorso 23444-2011 proposto da:
MC BAIN IRENE, KALLAS ELIE, nonché LAI MARIA GRAZIA e
LABANYEH YASMIN nella qualità di eredi di LABANYEH ISSAM,
elettivamente domiciliati in ROMA, VIA FEDERICO CONFALONIERI 5,
presso lo studio dell'avvocato LUIGI MANZI, che li rappresenta e
difende unitamente all'avvocato LORENZO PICOTTI;
- ricorrenti -
contro
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, UNIVERSITA' DEGLI
STUDI DI VENEZIA, ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA
SOCIALE;
- intimati -
avverso la sentenza n. 866/2010 della CORTE D'APPELLO di VENEZIA,
depositata il 24/03/2011.
Ric. 2011 n. 23099 sez. SU - ud. 04-07-2017
-2-
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
Udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del
04/07/2017 dal Consigliere Dott. LUCIA TRIA;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore
Generale Dott. MARCELLO MATERA, che ha concluso in via principale
per la rimessione alla Sezione Lavoro, in subordine per
l'inammissibilità del ricorso dell'Università; rigetto del ricorso dei
lavoratori;
uditi gli avvocati Anna Buttafoco per delega orale e Lorenzo Picotti.
ESPOSIZIONE DEL FATTO
1.
Il Tribunale di Venezia, in parziale accoglimento del ricorso
proposto da Elie Kailas e dagli altri litisconsorti indicati in epigrafe -
tutti lettori di lingua straniera presso l'Università degli Studi Cà
Foscari di Venezia - con sentenza parziale n. 1184/2005: a)
accertava il diritto dei ricorrenti a percepire il trattamento retributivo
e previdenziale del ricercatore confermato a tempo pieno dalla data
della prima assunzione; b) dichiarava la nullità dei contratti stipulati
ai sensi della legge n. 236 del 1995 ; c) condannava l'Università ad
effettuare la ricostruzione della carriera lavorativa dei ricorrenti, al
pagamento a titolo di differenze retributive e sul TFR delle somme da
quantificare nel prosieguo del giudizio con successiva sentenza, al
versamento dei contributi previdenziali sulle differenze retributive
come quantificate; d) accoglieva, inoltre, la domanda di risarcimento
del danno proposta nei confronti della Presidenza del Consiglio dei
Ministri per la violazione del diritto comunitario.
2.
All'esito dell'espletamento di consulenza tecnica d'ufficio, il
Tribunale, con la sentenza definitiva n. 415 del 2007, provvedeva a
quantificare le somme dovute ai ricorrenti per le causali sopra
indicate,
condannando,
rispettivamente:
1)
l'Università
a
corrispondere quanto determinato a titolo di ricostruzione della
carriera (vedi sopra: lettere a e c) oltre alla maggior somma fra
interessi legali e rivalutazione monetaria; 2) la Presidenza del
Ric. 2011 n. 23099 sez. SU - ud. 04-07-2017
-3-
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA