Sentenza Nº 21764 della Corte Suprema di Cassazione, 17-05-2019

Data di Resoluzione:17 Maggio 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da
Chianura Antonio, nato il 20/08/1948 a Francavilla Fontana
avverso la sentenza del 07/03/2018 della Corte di appello di Lecce
visti gli atti, la sentenza impugnata e il ricorso;
udita la relazione svolta dal consigliere Massimo Ricciarelli;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale Giovanni
Di Leo, che ha concluso per l'inammissibilità del ricorso;
udito il difensore, Avv. Tommaso Resta, che ha chiesto raccoglimento del ricorso
e in subordine l'annullamento della sentenza per intervenuta prescrizione.
RITENUTO IN FATTO
1. Con sentenza del 7/3/2018 la Corte di appello di Lecce ha confermato quella
del Tribunale di Brindisi in data 20/11/2014, con cui Chianura Antonio è stato
riconosciuto colpevole del delitto di cui all'art. 368 cod. pen., avendo accusato
Penale Sent. Sez. 6 Num. 21764 Anno 2019
Presidente: MOGINI STEFANO
Relatore: RICCIARELLI MASSIMO
Data Udienza: 28/02/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA