Sentenza da C.G.A.R. Sicilia, 16 Giugno 2020 (caso SENTENZA Nº 202000490 di CGA Sicilia, 16-06-2020)

Data di Resoluzione:16 Giugno 2020
Emittente:C.G.A.R. Sicilia
 
ESTRATTO GRATUITO
Pubblicato il 30/06/2020

N. 00490/2020REG.PROV.COLL.

N. 00079/2016 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il CONSIGLIO DI GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA PER LA REGIONE SICILIANA

Sezione giurisdizionale

ha pronunciato la presente

SENTENZA

sul ricorso numero di registro generale 79 del 2016, proposto dal
Consorzio Naturalmente Casa Società Cooperativa in persona del legale rappresentante pro tempore e dai signori Salvo Magliocco, Emilio Emanuele, Gaetano Genovese, rappresentati e difesi dall'avvocato Andrea Scuderi, con domicilio eletto presso lo studio dell’avvocato Daniela Macaluso in Palermo, via G. Ventura, 1

contro

Assessorato regionale territorio ed ambiente, Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana, Soprintendenza per i beni culturali ed ambientali di Siracusa, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentati e difesi dall'Avvocatura dello Stato e con la stessa domiciliati presso la sede distrettuale in Palermo, via Villareale n. 6;
Comune di Siracusa, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dall'avvocato Salvatore Bianca, con domicilio eletto presso lo studio dell’avvocato Maurizio Cannizzo in Palermo, via Resuttana, 366;
Commissario ad acta per l'approvazione del programma costruttivo del Consorzio non costituito in giudizio

per la riforma della sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia (Sezione Prima) n. 1422/2015


Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;

Visti gli atti di costituzione in giudizio dell’Assessorato regionale territorio ed ambiente e dell’Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana, nonché del Comune di Siracusa e della Soprintendenza per i beni culturali ed ambientali di Siracusa;

Visti tutti gli atti della causa;

Visto l’art. n. 84 del decreto legge n. 18 del 2020 modificato dal decreto n. 28 del 2020.

Relatore nell'udienza smaltimento del giorno 16 giugno 2020 il Cons. Antonino Caleca

Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.


FATTO e DIRITTO

Il "Consorzio Naturalmente Casa società cooperativa" ricorre in appello per chiedere il parziale annullamento e/o la parziale riforma — limitatamente alle parti di interesse - della sentenza resa il 12 giugno 2015, numero 1422, con cui il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia, Palermo, dopo avere riunito i ricorsi numeri 533/2014 e 2068/2014, ha così statuito sui medesimi:

- quanto al ricorso 535/2014, ha accolto solo in parte il ricorso introduttivo, dichiarando inammissibile il ricorso per motivi aggiunti;

- quanto al ricorso 2068/2014, lo ha rigettato, dichiarando inammissibile il ricorso per motivi aggiunti, compensando le spese.

Di seguito si ricostruiranno brevemente i fatti di causa rilevanti ai fini del decidere.

Il "Consorzio Naturalmente Casa" svolge attività finalizzate alla realizzazione di alloggi sociali in attuazione della normativa regionale e nazionale in materia di edilizia economica e popolare e degli interventi di edilizia agevolata, sovvenzionata e/o convenzionata.

Il Consorzio il 21 marzo 2011 ha presentato al Comune di Siracusa un complesso ed elaborato progetto per la realizzazione di un "programma costruttivo" di 501 alloggi di edilizia residenziale pubblica su un'area ricadente in Contrada Tremilia.

Il "programma costruttivo" era munito dei pareri degli organi ed enti interessati: il nulla osta dell'Ufficio del Genio Civile, dell'Azienda Sanitaria Provinciale, della Provincia Regionale, del gestore del Servizio Idrico Integrato, nonché del...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA