Sentenza Nº 20169 della Corte Suprema di Cassazione, 30-07-2018

Data di Resoluzione:30 Luglio 2018
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso 25207-2017 proposto da:
SANTORO SERGIO, elettivamente domiciliato in ROMA, LARGO
MESSICO 7, presso lo studio dell'avvocato FEDERICO TEDESCHINI,
che lo rappresenta e difende unitamente all'avvocato DANIELE
GRANARA;
- ricorrente -
contro
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO MINISTRI, CONSIGLIO DI PRESIDENZA
DELLA GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA, in persona dei rispettivi
Presidenti
pro tempore,
per legge rappresentati e difesi dalla
AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO, presso la quale domiciliano
in ROMA, VIA DEI PORTOGHESI 12;
Civile Sent. Sez. U Num. 20169 Anno 2018
Presidente: TIRELLI FRANCESCO
Relatore: DE STEFANO FRANCO
Data pubblicazione: 30/07/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
- con troricorrenti -
nonché contro
PATRONI GRIFFI FILIPPO, LA ROSA PAOLO, PAJNO ALESSANDRO;
-
intimati
-
avverso la sentenza n. 4718/2017 del CONSIGLIO DI STATO,
depositata 1'11/10/2017.
Udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del
17/07/2018 dal Consigliere FRANCO DE STEFANO;
udito il Pubblico Ministero, in persona dell'Avvocato Generale LUIGI
SALVATO, che ha concluso per l'inammissibilità del ricorso;
uditi gli avvocati Federico Tedeschini, Daniele Granara e Ruggero Di
Martino per l'Avvocatura Generale dello Stato.
Fatti di causa
1.
Sergio Santoro ricorre, affidandosi a due motivi, per la
cassazione della sentenza n. 4718 del dì 11/10/2017 con cui il
Consiglio di Stato ha respinto il suo appello avverso la sentenza non
definitiva n. 06126/2017 del T.A.R. Lazio - Roma, la quale aveva in
parte rigettato e in parte dichiarate inammissibili alcune delle censure
da lui mosse a tutti gli atti del procedimento che aveva condotto alla
nomina di Filippo Patroni Griffi quale Presidente Aggiunto del
Consiglio di Stato.
2.
In particolare, a seguito di interpello del 18/01/2016 per la
nomina a Presidente aggiunto del Consiglio di Stato, avevano fatto
pervenire il loro assenso i Presidenti di Sezione Sergio Santoro e
Filippo Patroni Griffi, sicché l'organo di autogoverno della Giustizia
amministrativa, nella seduta plenaria del 12/02/2016 e con 11 voti su
14, aveva approvato la proposta della Quarta Commissione del
05/02/2016 di nomina del secondo di quelli ed il Presidente della
Repubblica, su deliberazione del Consiglio dei Ministri del 26/02/2016,
lo aveva nominato con suo decreto del 03/03/2016.
Ric. 2017 n. 25207 sez. SU - ud. 17-07-2018
-2-
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA