Sentenza Nº 19833 della Corte Suprema di Cassazione, 09-05-2019

Data di Resoluzione:09 Maggio 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da:
D'ALESSIO Attilio, nato ad Avezzano il 26/04/1965
avverso la sentenza emessa in data 07/04/2017 dalla Corte d'Appello di L'Aquila
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal consigliere Vittorio Pazienza;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale Elisabetta
Ceniccola, che ha concluso chiedendo dichiararsi l'inammissibilità del ricorso
RITENUTO IN FATTO
1.
Con sentenza del 07/04/2017, la Corte d'Appello di L'Aquila ha confermato
la sentenza emessa in data 23/05/2016 dal Tribunale di Avezzano, con la quale
D'ALESSIO Attilio era stato condannato alla pena di giustizia in relazione al delitto
di ricettazione di un assegno, ritenuta l'ipotesi lieve di cui al secondo comma
dell'art. 648 cod. pen.
2.
Ricorre per cassazione il D'ALESSIO, a mezzo del proprio difensore,
deducendo:
Penale Sent. Sez. 2 Num. 19833 Anno 2019
Presidente: PRESTIPINO ANTONIO
Relatore: PAZIENZA VITTORIO
Data Udienza: 01/03/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA