Sentenza Nº 15849 della Corte Suprema di Cassazione, 10-04-2019

Data di Resoluzione:10 Aprile 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da
Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro
nel procedimento a carico di
Greco Filomena nata a Terravecchia il 11/06/1966
avverso l'ordinanza del 04/09/2018 del Tribunale di Catanzaro
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal consigliere Alessandra Bassi;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale M.
Giuseppina Fodaroni, che ha concluso chiedendo che l'ordinanza sia annullata
con rinvio;
uditi i difensori, avv. Franco Coppi e avv. Vincenzo Belvedere, che hanno
concluso chiedendo che il ricorso sia dichiarato inammissibile.
RITENUTO IN FATTO
1. Con il provvedimento in epigrafe, il Tribunale di Catanzaro, sezione
specializzata per il riesame, giudicando a seguito di ricorso ex art. 309 cod. proc.
pen., ha annullato l'ordinanza del 9 luglio 2018, con cui il Giudice per le indagini
preliminari di Castrovillari ha applicato - tra gli altri - a Filomena Greco la misura
cautelare del divieto di dimora nei Comuni di Cariati e Rossano-Corigliano, per il
delitto di cui agli artt. 110, 81, comma secondo, e 353-bis cod. pen. In
1
Penale Sent. Sez. 6 Num. 15849 Anno 2019
Presidente: FIDELBO GIORGIO
Relatore: BASSI ALESSANDRA
Data Udienza: 12/02/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
particolare, secondo la contestazione provvisoria, è ascritto a Filomena Greco
(Sindaco del Comune di Cariati) di avere, in concorso con Antonio Fusaro (quale
rappresentante legale ed amministratore unico della società "Ecology Green
s.r.l."), Adolfo Benevento e Giuseppe Fanigliulo (dirigenti dell'area tecnica del
predetto comune) e Cristoforo Arcovio (responsabile amministrativo e dell'ufficio
gare della società "Ecology Green s.r.l."), proceduto alla concorde individuazione
di quest'ultima società come diretta affidataria del servizio di raccolta rifiuti solidi
urbani del Comune di Cariati per il periodo di mesi due, ponendo in essere un
accordo collusivo diretto a condizionare le modalità di scelta del contraente per
favorire la predetta società, poi effettivamente prescelta per l'affidamento del
servizio, accordo attuatosi anche con proroghe successive fino al
comnnissariamento dell'ente in data 3 gennaio 2018; affidamento ed atti
successivi di proroga motivati da premesse - quali l'urgenza, lo stato di
necessità e l'emergenza sanitaria - artatamente costruite al solo scopo di
ottenere il risultato dell'affidamento esclusivo alla società "Ecology Green s.r.l.",
individuandola con la consapevole e dolosa inosservanza della normativa in
materia di contratti pubblici, di contrasto alle infiltrazioni della criminalità
organizzata nelle attività economiche, sulla base di dinamiche relazionali
collusive che danneggiavano l'ente pubblico.
1.1. Dopo avere dato conto dei motivi d'appello nell'interesse dell'indagato
nonché del deposito di una memoria corredata da allegati da parte del pubblico
ministero, il Tribunale ha rilevato l'insussistenza dei gravi indizi di colpevolezza
del reato ascritto.
1.2. A sostegno di tale conclusione, il Collegio calabrese ha evidenziato
quanto segue: che, in data 2 agosto 2016, la Prefettura di Crotone comunicava
al Comune di Cariati la definitività dell'informazione interdittiva antimafia emessa
nel 2014 nei confronti della "De.Ri.Co. New Geo s.r.l.", affidataria del servizio di
raccolta gestione dei rifiuti solidi urbani nel territorio comunale in virtù di
contratto stipulato nel 2015; che, come spontaneamente dichiarato da Antonio
Fusaro ai Carabinieri nel corso della acquisizione documentale presso la sede
della "Ecology Green s.r.l.", agli inizi del mese di agosto 2016, i "Greco" lo
avevano contattato telefonicamente chiedendogli se fosse disponibile a svolgere
il servizio di raccolta di rifiuti solidi urbani nel comune di Cariati invitandolo a
partecipare immediatamente ad una riunione della Giunta relativa all'affidamento
del servizio, cui prendeva parte la Sindaca Filomena Greco; che, con missiva
inoltrata via PEC il 10 agosto 2016, il dirigente dell'area tecnica Adolfo
Benevento chiedeva formalmente alla "Ecology Green s.r.l." la disponibilità a
svolgere per due mesi il servizio di raccolta e gestione dei rifiuti solidi nel
Comune, sollecitando la società a proporre un ribasso rispetto all'importo di
2
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA