Sentenza Nº 15318 della Corte Suprema di Cassazione, 08-04-2019

Data di Resoluzione:08 Aprile 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da:
Agostini Riccardo, nato a Urbino il 03/10/1957
avverso la sentenza del 30/01/247 della Corte di appello di Ancona
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal Consigliere Antonio Costantini;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale Ciro
Angelillis, che ha concluso per il rigetto del ricorso;
udito il difensore, avv. Enrico Zibellini che chiede l'accoglimento del ricorso.
RITENUTO IN FATTO
1. La Corte d'appello di Ancona, su appello dell'imputato Agostini Riccardo e
delle costituite parti civili Lazzari Giuliana e Perlini Claudio, in accoglimento del
gravame di queste ultime, ha dichiarato la responsabilità in ordine alle sole
statuizioni civili per il delitto di cui al capo a) di infedele patrocinio
ex
art. 380
cod. pen. prestato da Riccardo Agostini (in ordine al quale era stato assolto dal
Tribunale di Pesaro) e ha confermato nel resto la condanna per il delitto di cui al
capo b) di appropriazione indebita della somma di euro 6.150 ricevuta da Lazzari
e Perlini, consegnata materialmente da Magi Mirta Gladys (amica dei
denuncianti), in tali termini derubricata in primo grado l'originaria imputazione di
truffa aggravata
ex
art. 61, n. 7 cod. pen.
Penale Sent. Sez. 6 Num. 15318 Anno 2019
Presidente: PAOLONI GIACOMO
Relatore: COSTANTINI ANTONIO
Data Udienza: 26/02/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA