Sentenza Nº 12890 della Corte Suprema di Cassazione, 26-06-2020

Data di Resoluzione:26 Giugno 2020
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso iscritto al n. 809/2017 R.G. proposto da
Rete Ferroviaria Italiana S.p.A., rappresentata e difesa dall'Avv. Luigi
garofano, con domicilio eletto presso il suo studio in Roma, via Ruggero
Fauro, n. 43;
- ricorrente -
contro
Allianz S.p.A., rappresentata e difesa dagli Avv.ti Francesca Rauso e
Carlo F. Galantini, con domicilio eletto presso lo studio della prima in
Roma, piazza Mazzini, n. 27;
e contro
- controricorrente -
Civile Sent. Sez. 3 Num. 12890 Anno 2020
Presidente: ARMANO ULIANA
Relatore: IANNELLO EMILIO
Data pubblicazione: 26/06/2020
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
Fallimento Global Engineering S.r.l., rappresentato e difeso dall'Avv.
Dario Santi;
-
controricorrente
-
e nei confronti di
Somma Prefabbricati S.r.l.; A.T.I. costituita tra M.V. Costruzioni Generali
S.p.A. e Somma Prefabbricati S.r.l.; A.T.I. costituita tra Global
Engineering S.r.l. e Somma Prefabbricati S.r.l.; Fallimento M.V.
Costruzioni Generali S.p.A.;
-
intimati
-
avverso la sentenza della Corte d'appello di Trieste, n. 639/2016,
pubblicata il 21 ottobre 2016;
Udita la relazione svolta nella pubblica udienza del 22 gennaio 2020 dal
Consigliere Emilio Iannello;
udito l'Avvocato Ludovica Bernardi, per delega;
udito l'Avvocato Francesca Ra uso;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale
Carmelo Sgroi, che ha concluso chiedendo l'accoglimento del primo
motivo, assorbiti i restanti.
FATTI DI CAUSA
1. Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. (d'ora in poi RFI) affidò in appalto,
con contratto del 16/3/2006, all'A.T.I. costituita tra M.V. Costruzioni
Generali S.p.A. e Somma Prefabbricati S.r.l. l'esecuzione di opere presso
lo snodo ferroviario di Venezia - Mestre; in tale rapporto subentrò, quale
nuovo appaltatore, l'A.T.I. costituita tra Global Engineering S.r.l. e
Somma Prefabbricati S.r.l..
A seguito di asserite inadempienze da parte dell'appaltatrice, RFI,
ritenendo risolto il contratto, chiese ed ottenne dal Tribunale di Trieste
l'emissione di decreto ingiuntivo (n. 423/2009) nei confronti di Allianz
S.p.A., costituita garante, per il pagamento di C 544.497,88, oltre
interessi e spese.
2
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA