Sentenza Nº 12211 della Corte Suprema di Cassazione, 15-04-2020

Data di Resoluzione:15 Aprile 2020
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da Pucci Enzo, nato a Monfalcone il 16/05/1955
avverso l'ordinanza emessa dal Tribunale della libertà di Roma il 29/07/2019
udita la relazione svolta dal Consigliere, Pietro Silvestri
udito il Sostituto Procuratore Generale, dott.ssa Maria Giuseppina Fodaroni, che
ha concluso chiedendo l'annullamento con rinvio della impugnata sentenza;
udito l'avv. Giuseppe Di Mascio, difensore dell'indagato, che ha concluso
chiedendo l'accoglimento del ricorso;
RITENUTO IN FATTO
1. Il Tribunale della libertà di Roma, in parziale accoglimento dell'appello proposto
dal Pubblico Ministero, ha disposto la misura cautelare della sospensione per un anno
dall'esercizio del pubblico ufficio - esercitato presso il comune di Cervaro - di Pucci
Enzo, ritenuto gravemente indiziato, in qualità di responsabile del procedimento, dei
reati di concorso in turbativa d'asta e corruzione propria, unitamente al sindaco, al
vicesindaco ed ad un assessore di quel Comune e di tale Coratti Alfredo,
rappresentante legale della società Tac Ecologica s.r.l.
Nei confronti dell'indagato era stata in origine disposta la misura egli arresti
domiciliari, in seguito sostituita dal Giudice per le indagini preliminari con quella della
Penale Sent. Sez. 6 Num. 12211 Anno 2020
Presidente: TRONCI ANDREA
Relatore: SILVESTRI PIETRO
Data Udienza: 28/11/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA