Sentenza Nº 08881 della Corte Suprema di Cassazione, 29-03-2019

Data di Resoluzione:29 Marzo 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
Civile Sent. Sez. 1 Num.
8881
Anno 2019
Presidente: TIRELLI FRANCESCO
Relatore: MARULLI MARCO
Data pubblicazione: 29/03/2019
SENTENZA
sul ricorso
30257/2017
proposto
da:
Regione
Autonoma
della Sardegna, in persona del Presidente pro
tempore,
domiciliata
in Roma, Via Dei Portoghesi
n.12,
presso
l'Avvocatura
Generale Dello
Stato
. che
la
rappresenta e
difende
ope
legis;
-
ricorrente
-
contro
Vadis
S.r.l.,
in persona del legale
rappresentante
pro
tempore,
domiciliata
in Roma, Piazza Cavour, presso
la
Cancelleria Civile della
Corte di Cassazione,
rappresentata
e difesa dagli avvocati Dare
Giovanni, Ciulli Fabio e Vinci Alessio, giusta procura in calce
al
controricorso
e ricorso
incidentale;
-
controricorrente
e
ricorrente
incidentale
-
contro
Regione Autonoma della Sardegna, in persona del Presidente pro
tempore, domiciliata
in
Roma, Via
Dei
Portoghesi n.12, presso
l'Avvocatura Generale Dello Stato . che
la
rappresenta e difende ope
legis;
-controricorrente-
avverso
la
sentenza
n.
497/2017
della
CORTE
D'APPELLO
di CAGLIARI,
depositata
il
12/06/2017;
udita
la
relazione della causa svolta nella pubblica udienza del
09/01/2019
dal cons. MARULLI
MARCO;
udito
il
P.M
. in persona del Sostituto Procuratore Generale
DE
RENZIS
LUISA, che
ha
concluso
per
l'accoglimento del ricorso principale, rigetto
dell'incidentale;
udito per
il
ricorrente l'Avvocato Manzo Emanuele, che
ha
chiesto
l'accoglimento del ricorso principale; assorbimento o rigetto incidentale;
udito per
il
controricorrente l'Avvocato Ciulli Fabio, che
ha
chiesto
il
rinvio o
il
rigetto del ricorso principale.
FATTI
DI
CAUSA
1.1.
Con
l.
reg. 11
marzo
1998,
n. 9 la Regione Sardegna
deliberava
l'adozione di un
programma
di sovvenzioni in
favore
dell'industria
alberghiera,
che la
Commissione
Europea,
attinta
ai fini in allora
previsti
dagli
artt.
87
e
88
Trattato
CE
-ora
107
e
108
TFUE -con
decisione n.
D9547
del
12.11.1998
procedeva a
giudicare
compatibili
con il
mercato
comune
a condizione che gli
investimenti,
relativi
al
progetto
iniziale, fossero
stati
realizzati dopo
la
presentazione
della
domande
di accesso
all'aiuto
da
parte
dell'impresa
interessata.
A
seguito
di
denuncia
pervenuta
in
data
21.2.2003
concernente
l'applicazione abusiva del
regime
di
aiuto,
la
Commissione
Europea
provvedeva
a
rivedere
il
proprio
precedente
indirizzo e con decisione
2008/854-CE,
dichiarava
che gli
aiuti,
concessi
nell'ambito
del
predetto
regime
di
sovvenzionamento
erano
incompatibili
con
il
RG 30257/
17
Regione Sardegna-Vadis 2

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA