Sentenza Nº 08812 della Corte Suprema di Cassazione, 29-03-2019

Data di Resoluzione:29 Marzo 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso iscritto al n. 15801 del ruolo generale dell'anno 2014
proposto da:
Manuli
Rubber Industries
s.p.a.,
in
persona
del
legale
rappresentante
pro tempore,
rappresentata e difesa, per procura a
margine del ricorso, dagli Avv.ti Giuseppe Zizzo, Claudio Lucisano e
Maria Sonia Vulcano, presso lo studio dei quali in Roma, via
Crescenzio n. 91, è elettivamente domiciliata;
- ricorrente e
controricorrente incidentale -
contro
Civile Sent. Sez. 5 Num. 8812 Anno 2019
Presidente: BRUSCHETTA ERNESTINO LUIGI
Relatore: TRISCARI GIANCARLO
Data pubblicazione: 29/03/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
Agenzia delle entrate, in persona del direttore generale
pro
tempore,
rappresentata e difesa dall'Avvocatura generale dello
Stato, presso i cui Uffici in Roma, via dei Portoghesi n. 12, è
domiciliata;
- con troricorrente
e ricorrente incidentale -
per la cassazione della sentenza della Commissione Tributaria
Regionale della Lombardia, n. 134/14/1, depositata in data 24
dicembre 2013;
udita la relazione svolta nella pubblica udienza del 20 settembre
2018 dal Consigliere Giancarlo Triscari;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto procuratore
generale dott. Federico Sorrentino, che ha concluso chiedendo il
rigetto del ricorso principale e l'accoglimento del ricorso
incidentale;
uditi per la società gli Avv.ti Giuseppe Zizzo e Claudio Lucisano e
per l'Agenzia delle entrate l'Avvocato dello Stato Pasquale
Pucciriello.
Fatti di causa
La Manuli Rubber Industries s.p.a. ricorre con _sei) motivi per la
cassazione della sentenza della Commissione Tributaria Regionale
della Lombardia, in epigrafe, con la quale è stato rigettato l'appello
principale da essa proposto avverso la sentenza della Commissione
tributaria provinciale di Milano.
Con successivo ricorso l'Agenzia delle entrate censura con cinque
motivi la medesima pronuncia nella parte in cui ha rigettato il
proprio appello incidentale.
Il giudice di appello ha premesso, in punto di fatto, che: l'Agenzia
delle entrate aveva emesso nei confronti della società contribuente
tre avvisi di accertamento con i quali, relativamente all'anno di
2
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA