Sentenza Nº 06989 della Corte Suprema di Cassazione, 11-03-2019

Data di Resoluzione:11 Marzo 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
G
-
~
Civile Sent. Sez. 1 Num. 6989 Anno 2019
Presidente: TIRELLI FRANCESCO
Relatore: SCOTTI UMBERTO LUIGI CESARE GIUSEPPE
Data pubblicazione: 11/03/2019
SENTENZA
sul ricorso
30266/2017
proposto da:
Regione Autonoma della Sardegna, in persona del Presidente pro
tempore,
elettivamente
domiciliata in Roma, via Dei Portoghesi
12, presso l'Avvocatura Generale dello Stato, che
la
rappresenta e
difende ape legis
-ricorrente
-
contro
Gimar
Srl, in persona del legale rappresentante pro
tempore,
domiciliata in Roma presso
la
Cancelleria Civile della Corte di
Cassazione e rappresentata e difesa dagli avvocati Giovanni Dare,
Fabio Ciulli e Alessio Vinci, giusta procura
in
calce
al
controricorso
e ricorso incidentale;
,/
a)
l o
l
contro
-controricorrente
incidentale -
Regione Autonoma della Sardegna,
in
persona del Presidente pro
tempore,
elettivamente
domiciliata in Roma, via dei Portoghesi 12,
presso l'Avvocatura Generale dello Stato, che
la
rappresenta e
difende ope legis
-controricorrente
al
ricorso incidentale-
avverso
la
sentenza
n.
502/2017
della
CORTE
D'APPELLO di
CAGLIARI, depositata
il
13/06/2017;
udita
la
relazione della causa svolta nella pubblica udienza del
09/01/2019
dal Consigliere
UMBERTO
LUIGI
CESARE
GIUSEPPE
SCOTTI;
uditi l'Avvocato dello Stato
EMANUELE
MANZO e I'Avv.FABIO
CIULLI;
udito il
P.M.
in persona del Sostituto Procuratore generale LUISA
DE
RENZIS che
ha
chiesto l'accoglimento del ricorso principale e
il
rigetto
del ricorso incidentale.
FATTI
DI
CAUSA
1.
La
Gimar
s.
r.I.
ha
evocato
in
giudizio
la
Regione Autonoma
Sardegna dinanzi
al
Tribunale di Cagliari
al
fine di
ottenere
l'annullamento
dell'ordinanza-ingiunzione n.462 del
3/5/2012,
con
la
quale le era stato ingiunto di
restituire
il
contributo
erogatole
in
forza della legge regionale n.9 del 1998, pari a
239.400,00,
oltre
agli interessi calcolati sino
al
30/4/2012.
Con
la
legge regionale
n.
9 del 1998
la
Regione Sardegna
aveva
offerto
alle imprese che intendevano riqualificare
le
proprie
strutture
turistiche
la
possibilità di ottenere un
contributo
in
conto
capitale; tale regime di aiuti, previa notifica, era stato approvato
dalla Commissione Europea con
la
decisione D9547 del
2

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA