DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 10 aprile 2012 - Scioglimento del consiglio comunale di Bagaladi e nomina della commissione straordinaria. (12A04870)

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Considerato che nel comune di Bagaladi (Reggio Calabria), gli organi elettivi sono stati rinnovati nelle consultazioni amministrative del 28 e 29 marzo 2010;

Considerato che dall'esito di approfonditi accertamenti sono emersi collegamenti diretti ed indiretti tra componenti del consesso e la criminalita' organizzata locale;

Ritenuto che la permeabilita' dell'ente ai condizionamenti esterni della criminalita' organizzata arreca grave pregiudizio per gli interessi della collettivita' e determina lo svilimento e la perdita di credibilita' dell'istituzione locale;

Ritenuto che, al fine di porre rimedio alla situazione di grave inquinamento e deterioramento dell'amministrazione comunale di Bagaladi, si rende necessario far luogo allo scioglimento del consiglio comunale e disporre il conseguente commissariamento, per rimuovere tempestivamente gli effetti pregiudizievoli per l'interesse pubblico ed assicurare il risanamento dell'ente locale;

Visto l'art. 143 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267;

Vista la proposta del Ministro dell'Interno, la cui relazione e' allegata al presente decreto e ne costituisce parte integrante;

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 6 apri le 2012;

Decreta:

Art. 1

Il consiglio comunale di Bagaladi (Reggio Calabria) e' sciolto per la durata di diciotto mesi.

Art. 2

La gestione del comune di Bagaladi (Reggio Calabria), e' affidata alla commissione straordinaria composta da:

- dr.ssa Isabella Alberti - prefetto;

- dr. Leonardo Guerrieri - viceprefetto aggiunto;

- dr. Vito Laino - funzionario economico finanziario.

Art. 3

La commissione straordinaria per la gestione dell'ente esercita, fino all'insediamento degli organi ordinari a norma di legge, le attribuzioni spettanti al consiglio comunale, alla giunta ed al sindaco nonche' ogni altro potere ed incarico connesso alle medesime cariche.

Dato a Roma, addi' 10 aprile 2012

NAPOLITANO

Monti, Presidente del Consiglio dei

Ministri

Cancellieri, Ministro dell'interno

Registrato alla Corte dei conti il 17 aprile 2012 Interno, registro n. 3, foglio n. 64

Allegato

Al Presidente della Repubblica

Il comune di Bagaladi (Reggio Calabria), i cui organi elettivi sono stati rinnovati nelle consultazioni amministrative del 28 e 29 marzo 2010, presenta forme di ingerenza da parte della criminalita' organizzata che compromettono la libera determinazione e l'imparzialita' dell'amministrazione, il buon andamento ed il funzionamento dei servizi, con grave pregiudizio per lo stato dell'ordine e della sicurezza pubblica.

A seguito di indagini delle forze dell'ordine, il capo dell'amministrazione, nel gennaio 2011, e' stato destinatario di una informazione di garanzia, emessa dalla locale Procura della Repubblica, per aver intrattenuto rapporti con un giovane esponente di una cosca malavitosa reggina.

Secondo le risultanze di prove tecniche, il capo della citata cosca, al quale e' stato tra l'altro addebitato di ostacolare il libero esercizio del diritto di voto in occasione di competizioni elettorali, durante la campagna per le elezioni che si sono poi svolte nel marzo del 2010, mostrava interesse alle candidature relative al comune di Bagaladi.

Infatti, per due volte, riceveva nella propria abitazione un congiunto del candidato sindaco e anche altre persone, che si recavano da lui per ottenerne il relativo sostegno, fungendo quindi da collettore di interessi politici ed elettorali del territorio.

Le elezioni della primavera 2010...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA