DECRETO 7 maggio 2010 - Riparto delle risorse per l''annualita'' 2008, da assegnare a favore dei distretti produttivi, ai sensi dell''articolo 1, comma 890, della legge finanziaria 2007. (10A09047)

 
ESTRATTO GRATUITO

IL MINISTRO

DELLO SVILUPPO ECONOMICO

di concerto con

IL MINISTRO

DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

Visti gli articoli 117 e 118 della Costituzione;

Visto l'art. 1, comma 890, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, legge finanziaria 2007, che, inserendo i commi 371-bis e 371-ter all'art. 1 della legge n. 266 del 2005, legge finanziaria 2006, ha previsto un contributo statale a progetti in favore dei distretti produttivi adottati dalle regioni, per un ammontare massimo del 50 per cento delle risorse pubbliche complessivamente impiegate in ciascun progetto, e ha altresi' previsto che con decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, sentita la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano, sono individuati i progetti regionali ammessi al beneficio e i relativi oneri per il bilancio dello Stato ed eventuali ulteriori progetti di carattere nazionale;

Ritenuta prioritaria l'esigenza di destinare la dotazione finanziaria prevista per il 2008 a favore dei progetti regionali, in considerazione delle positive ricadute registrate con la precedente annualita' di competenza 2007;

Vista la legge di bilancio 24 dicembre 2007, n. 245, di previsione per l'anno 2008 che ha previsto uno stanziamento pari a 50 milioni di euro a valere sul capitolo 7410 dello stato di previsione del Ministero dello sviluppo economico, per progetti in favore dei distretti produttivi adottati dalle regioni;

Tenuto conto del ruolo assegnato al Ministero dello sviluppo economico relativamente alle politiche nazionali per sostenere la competitivita' dei distretti industriali ai sensi dell'art. 2 del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 34;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 dicembre 2003, recante criteri di ripartizione tra le regioni, per gli anni 2004 e seguenti, delle risorse finanziarie individuate per l'esercizio delle funzioni conferite dal decreto legislativo n. 112/1998 in materia di agevolazioni alle imprese;

Vista la legge 23 dicembre 2009, n. 192, recante il bilancio di previsione dello stato per l'anno finanziario 2010 e bilancio pluriennale per il triennio 2010-2012;

Visto il decreto del Ministro dell'economia e delle finanze 30 dicembre 2009, con il quale e' stata disposta la ripartizione in capitoli delle unita' previsionali di base relative al bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2010;

Ritenuto di dover individuare i progetti regionali ed eventuali progetti a carattere nazionale da ammettere al beneficio di cui al citato art. 1, comma 890, della legge n. 296 del 2006, legge finanziaria 2007, a valere sulle risorse stanziate nel 2008, nel rispetto dell'onere massimo a carico del bilancio dello stato pari a euro 50 milioni;

Vista la nota in data 11 giugno 2009, n. 16672, con la quale e' stato trasmesso lo schema di decreto per acquisire il parere della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano;

Vista la nota della segreteria della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano in data 18 giugno 2009, n. 2866, con la quale e' stato chiesto il formale concerto del Ministero dell'economia e delle finanze;

Vista la nota del Ministero dell'economia e delle finanze in data 5 marzo 2010, n...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA