Il ricorso introduttivo nel processo del lavoro

Autore:Maria Laura Spada
Pagine:625-638
RIEPILOGO

1. La forma dell’atto introduttivo: il ricorso e la sua funzione. - 2. Il contenuto del ricorso. - 3. La procura alle liti e la sottoscrizione del ricorso. - 4. Nullità del ricorso. - 5. Segue. Le nullità afferenti alla vocatio in ius. - 6. Segue. Le nullità connesse all’edictio actionis. - 7. Il deposito del ricorso ed il decreto di fissazione dell’udienza. - 8. La litispendenza e gli effetti... (visualizza il riepilogo completo)

 
ESTRATTO GRATUITO
M. L. Spada
Il ricorso introduttivo nel processo del lavoro
MARIA LAURA SPADA
IL RICORSO INTRODUTTIVO
NEL PROCESSO DEL LAVORO
S: 1. La forma dell’atto introduttivo: il ricorso e la sua funzione. - 2. Il
contenuto del ricorso. - 3. La procura alle liti e la sottoscrizione del ricorso. - 4.
Nullità del ricorso. - 5. Segue. Le nullità afferenti alla vocatio in ius. - 6. Segue.
Le nullità connesse all’edictio actionis. - 7. Il deposito del ricorso ed il decreto
di fissazione dell’udienza. - 8. La litispendenza e gli effetti della domanda.
1. Nelle controversie individuali di lavoro, ai sensi del combinato dispo-
sto degli artt. 414 e 415 c.p.c., l’atto introduttivo riveste la forma del ricorso.
Rispetto al rito ordinario che inizia con la noticazione dell’atto di ci-
tazione, nel processo del lavoro il contatto fra i soggetti del procedimento
avviene prima fra il ricorrente e l’ufcio giudiziario e solo successivamente
tra le parti.
Il deposito del ricorso nella cancelleria del giudice, unitamente al fasci-
colo contenente i documenti, comporta come primo effetto la costituzione
dell’attore; sarà solo dopo la ssazione della data dell’udienza ad opera del
giudice che il ricorso verrà portato a conoscenza della controparte.
Si tratta di modalità diverse di instaurazione del processo dalle quali de-
riva che mentre la citazione nel procedimento ordinario risponde contestual-
mente alla funzione di individuare la domanda (edictio actionis) e di evocare
il convenuto in giudizio (vocatio in ius), il ricorso introduttivo nel processo
del lavoro assolve soltanto al primo di questi scopi. Sicché, l’instaurazione
del contradditorio tra le parti davanti al giudice del lavoro avviene in un mo-
mento successivo ossia con la noticazione da parte dell’attore al convenuto
della copia del ricorso e del pedissequo decreto di ssazione dell’udienza
pronunciato dal giudice1.
1 Cfr. G. P, in V. A - C. M. B – G. P - A. P P, Le con-
troversie in materia di lavoro, Zanichelli-Foro Italiano, Bologna - Roma, 1987, p. 425; F. P. L,
Il processo del lavoro, Utet, Torino, 1992, p. 136; A. P P, Controversie individuali di la-
voro, Utet, Torino, 1993, p.114; L. M - R. V, Manuale di diritto processuale
del lavoro³, Jovene, Napoli, 1996, p.104; G. O, Gli atti di parte nella fase introduttiva, in

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA