N. 9 RICORSO PER CONFLITTO DI ATTRIBUZIONE 22 agosto 2011

 
ESTRATTO GRATUITO

Ricorso per conflitto tra enti della Provincia Autonoma di Bolzano, in persona del Presidente pro tempore della Provincia, dott.

Luis Durnwalder, rappresentata e difesa, in virtu' di procura speciale alle liti dd. 9 agosto 2011, rep. n. 23161 (all. 1), rilasciata dal Vice Presidente Sostituto della Provincia, dott. Hans Berger, e rogata dal Vice Segretario Generale della Giunta Provinciale della Provincia Autonoma di Bolzano, dott. Eros Magnago, nonche' in virtu' di deliberazione della Giunta Provinciale di autorizzazione a stare in giudizio n. 1176/2011 (all. 2), dagli avv.ti proff. Giuseppe Franco Ferrari e Roland Riz, e con questi elettivamente domiciliata presso lo studio del primo in Roma, via di Ripetta n. 142;

Contro il Presidente del Consiglio dei ministri, a seguito e per l'effetto del decreto del Capo dell'ufficio per lo sport presso la Presidenza del Consiglio dei ministri dd. 1.06.2011 (all. 3), allegato alla domanda d'ammissione al colloquio ex art. 8 comma 2 della legge provinciale n. 5/2001 del sig. Marco Oddera dd.

10.06.2011, depositata presso l'Ufficio turismo e alpinismo della Provincia Autonoma di Bolzano in data 16 giugno 2011 sub prot. n.

350361 (all. 4), e successivamente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 151 del 1º luglio 2011.

Con domanda dd. 10.06.2011, depositata presso l'Ufficio turismo e alpinismo della Provincia Autonoma di Bolzano in data 16.06.2011 sub prot. n. 350361, il sig. Marco Oddera, nato e residente a Genova, che aveva conseguito il titolo di maestro di sci in discipline alpine nell'anno 2009 in Montenegro, chiedeva alla Provincia Autonoma di Bolzano l'ammissione al colloquio ex art. 8, comma 2 della legge provinciale n. 5/2001 ('Ordinamento della professione di maestro di sci e delle scuole di sci') ai fini di ottenere l'iscrizione al collegio provinciale dei maestri di sci e, quindi, l'abilitazione all'esercizio della professione in Alto Adige.

A tale domanda il sig. Marco Oddera allegava, quale documento n.

1, una lettera del Collegio professionale dei maestri di sci della Provincia Autonoma di Bolzano dd. 10.06.2011, che certificava al sig.

Oddera di aver sostenuto, ai fini di un esercizio temporaneo della professione di maestro di sci in Alto Adige per un periodo limitato di sessanta giorni annui ed all'interno di una scuola di sci autorizzata, con esito positivo alcune prove teoriche e pratiche, nonche', quale documento n. 2, il decreto del Capo dell'Ufficio per lo sport presso la Presidenza del Consiglio dei ministri dd.

1.06.2011, qui impugnato, con il quale quest'ultimo aveva, sulla base della sopra menzionata certificazione, nonche' sulla base di un parere favorevole espresso dalla Conferenza dei servizi in merito al contenuto ed alla durata della formazione conseguita, riconosciuto il titolo di maestro di sci in discipline alpine conseguito dal sig.

Marco Oddera nell'anno 2009 in Montenegro ai fini dell'esercizio della professione di maestro di sci in discipline alpine in Italia, autorizzando lo stesso ad esercitare la professione di maestro di sci in discipline alpine previa iscrizione al collegio regionale dei maestri di sci della Regione nella quale svolgera' la professione.

La Provincia Autonoma di Bolzano considera tale decreto del Capo dell'Ufficio per lo sport presso la Presidenza del Consiglio dei ministri in palese contrasto con le proprie competenze legislative ed amministrative, in quanto ritiene che spetti ad essa il potere di riconoscimento del titolo di maestro di sci in discipline alpine conseguito all'estero, compresa la valutazione sul contenuto e sulla durata della formazione conseguita nonche' sulle eventuali prove compensative, per i seguenti motivi di Diritto Violazione dell'art. 8, comma 1, n. 20) e dell'art. 16 dello Statuto speciale del Trentino-Alto Adige d.P.R. 31 agosto 1972, n.

670 e delle relative norme di attuazione, in particolare del d.P.R.

22 marzo 1974, n. 278 e del d.lgs. 16 marzo 1992, n. 266; dell'art. 6 della Costituzione e dell'art. 10 della legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3, nonche' dell'art. 8 della legge provinciale 19 febbraio 2001, n. 5 e successive modifiche.

  1. - Con il decreto dd. 1.06.2011 al nostro esame, il Capo dell'Ufficio per lo sport presso la Presidenza del Consiglio dei ministri...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA