DECRETO 17 settembre 2012 - Revoca degli amministratori e dei sindaci della societa'' cooperativa «I Romanisti societa'' cooperativa a responsabilita'' limitata», in Roma. (12A11138)

 
ESTRATTO GRATUITO

IL DIRETTORE GENERALE

per le piccole e medie imprese e gli enti cooperativi

Visto l'art. 12 del decreto legislativo 2 agosto 2002, n. 220;

Visto l'art. 2545-sexiesdecies del codice civile;

Visto il decreto legislativo n. 165/2001, con particolare riferimento all'art. 4, comma 2; Vista la legge n. 241/1990 e successive modifiche ed integrazioni;

Visto il verbale di accertamento ispettivo del 19 giugno 2012, redatto dai revisori incaricati dall'associazione nazionale di rappresentanza «Un.I.Coop» cui l'ente aderisce, nei confronti della societa' cooperativa «I Romanisti - Societa' cooperativa a responsabilita' limitata»;

Considerato che in base alla verifica revisionale, l'impianto amministrativo, in particolare il piano dei conti, non consente di distinguere i costi relativi ai soci da quelli dei dipendenti non soci, con la conseguenza che lo stesso sistema amministrativo non consente di distinguere lo scambio mutualistico con i soci rispetto al rapporto con i terzi;

Tenuto conto delle univoche risultanze della relazione ispettiva che attesta una grave difficolta' finanziaria ed economica della cooperativa;

Considerato che, sempre da quanto e' emerso in sede ispettiva, la coesione della compagine sociale e la capacita' di far fronte alle mutate esigenze del mercato, in un periodo di crisi per il settore dell'editoria, dimostrano la capacita' della cooperativa di realizzare lo scopo sociale;

Tenuto conto della circostanza ulteriore, che si aggiunge a quelle innanzi richiamate, che l'assemblea dei soci ha approvato il ripianamento delle perdite ed il bilancio 2011 e' in corso di certificazione, usufruendo la cooperativa di contributi per l'editoria ex legge n. 250/1990;

Ritenuto opportuno pertanto, alla luce delle circostanze sopra richiamate, un intervento dell'autorita' finalizzato non alla estinzione dell'ente bensi' ad una complessiva ristrutturazione economico- amministrativa;

Considerato inoltre che il sia pur grave stato crisi non risulta, allo stato, presentare i caratteri di una indiscutibile irreversibilita';

Considerato che la cooperativa, per mezzo del suo legale rappresentante, ha partecipato al procedimento amministrative con nota pervenuta il 10 settembre 2012 espressamente dichiarando di prendere atto...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA