DECRETO RETTORALE 8 aprile 2014 - Modifiche allo Statuto. (14A02975)

IL RETTORE Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168;

Visto la legge 30 dicembre 2010, n. 240, recante «Norme in materia di organizzazione delle Universita', di personale accademico e reclutamento, nonche' delega al Governo per incentivare la qualita' e l'efficienza del sistema universitario»;

Visto lo Statuto dell'Universita' degli Studi di Roma «Tor Vergata» emanato con decreto rettorale n. 3427 del 12 dicembre 2011, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 21 dicembre 2011 - serie generale - n. 296 ed in particolare l'art. 28 relativo alle modifiche dello Statuto stesso;

Vista la delibera del senato accademico del 17 dicembre 2013 che modifica gli articoli 13 e 14 dello Statuto di autonomia;

Visto il parere favorevole del consiglio di amministrazione espresso in data 19 dicembre 2013;

Accertato che, a norma dell'art. 6, comma 9, della legge n. 168/1989, la suddetta documentazione e' pervenuta al Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca in data 24 gennaio 2014, per il controllo di legittimita' e di merito;

Trascorsi sessanta giorni senza che vi siano stati rilievi in merito a quanto deliberato dal senato accademico;

Decreta: Gli articoli 13 e 14 dello Statuto sono cosi' modificati: «Articolo 13 Dipartimento 1. Il Dipartimento e' una struttura organizzativa dotata di ambiti di autonomia gestionale di uno o piu' settori scientifico-disciplinari omogenei per fini o per progetti con funzioni finalizzate allo svolgimento della ricerca scientifica, delle attivita' didattiche e formative, nonche' delle attivita' rivolte all'esterno a esse correlate o accessorie. 2. La costituzione di un Dipartimento puo' essere proposta da un numero di docenti non inferiore a 40 afferenti a settori scientifico-disciplinari omogenei per fini o per progetti e comunque tale da garantire il rispetto dei principi di economicita' e di razionale dimensionamento delle strutture dell'Ateneo. 3. Il Dipartimento: a) definisce, in coerenza con le determinazioni del Senato accademico e del Consiglio di amministrazione, gli obiettivi da conseguire;

  1. elabora un piano triennale della ricerca, aggiornabile annualmente, ferma restando la garanzia di ambiti di ricerca a scelta libera;

  2. promuove collaborazioni, convenzioni e contratti con soggetti sia pubblici sia privati per creare sinergie e per reperire fondi per la ricerca e per la didattica anche a livello europeo e internazionale;

  3. propone l'ordinamento didattico e le relative modifiche dei Corsi di studio di sua prevalente pertinenza o della parte di ordinamento didattico di sua pertinenza, dandone comunicazione alla Facolta', ove costituita, per le relative deliberazioni;

  4. collabora alla realizzazione dei Corsi di studio, ferme restando le competenze della Facolta' interessata;

  5. concorre, in collaborazione con i rispettivi organi direttivi, all'organizzazione delle Scuole di specializzazione;

    ...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA