Pronunce giurisdizionali

Pagine:18-21
 
ESTRATTO GRATUITO
18 CODICE DEL PROCESSO AMMINISTRATIVO
sere rilevata d’ufficio dal giudice.
Le disposizioni del presente com-
ma non si applicano alle nullità di
cui all’articolo 114, comma 4, let-
tera b), per le quali restano ferme le
disposizioni del Titolo I del Libro
IV.
(I) Il comma è stato modificato dall’art.
1, co. 1, lett. g), d.lgs. 15 novembre 2011,
n. 195, in vigore dall’8 dicembre 2011,
che ha introdotto le parole “e negli altri
casi previsti dalla legge” dopo le parole
“procedimento amministrativo”.
Art. 32.PLURALITÀ DELLE DOMANDE
E CONVERSIONE DELLE AZIONI
1. È sempre possibile nello stesso
giudizio il cumulo di domande con-
nesse proposte in via principale o
incidentale. Se le azioni sono sog-
gette a riti diversi, si applica quello
ordinario, salvo quanto previsto dal
Titolo V del Libro IV1 2 3 (I).
2. Il giudice qualifica l’azione pro-
posta in base ai suoi elementi so-
stanziali. Sussistendone i presuppo-
sti il giudice può sempre disporre la
conversione delle azioni4.
(I) Il comma è stato modificato dall’art.
1, co. 1, lett. h), d.lgs. 15 novembre
1 Rito ordinario, articoli da 40 a 90.
2 Titolo V libro IV – Riti speciali – artico-
li da 112 a 132; procedimenti in camera di
consiglio, articoli 87, commi 2 e 3; 15, co.
3; 85, commi 4 e 8; 105, co. 2.
3 Prevalenza rito speciale, articoli 119, 120
e 125.
4 Conversione del rito del silenzio in impu-
gnatorio avverso il provvedimento soprav-
venuto, art. 117, co. 5.
2011, n. 195, in vigore dall’8 dicembre
2011, che ha eliminato il richiamo ai
Capi I e II del Titolo V del Libro IV.
TITOLO IV – PRONUNCE
GIURISDIZIONALI
Art. 33.PROVVEDIMENTI (I)
1. Il giudice pronuncia:
a) sentenza quando definisce in tut-
to o in parte il giudizio5;
b) ordinanza quando assume misu-
re cautelari o interlocutorie, ovvero
decide sulla competenza6;
c) decreto nei casi previsti dalla
legge7.
5 Sentenza in forma semplificata, articoli
60 e 74; contenuto della sentenza, art. 88;
pubblicazione e comunicazione della sen-
tenza, art. 89; pubblicità della sentenza, art.
90.
6 Ordinanza cautelare, art. 55, commi 1, 9,
10 e 11; verificazione, art. 66, commi 1 e 2;
consulenza tecnica d’ufficio, art. 67, co. 1;
ricorsi da prioritari a ordinari, art. 72, co. 2;
opposizione ad estinzione e improcedibilità,
art. 85, co. 5; correzione, art. 86, co. 2 e 3;
impugnazione, art. 92, co. 5; deferimento
all’Adunanza plenaria, art. 99, co. 3.
7 Decreto di abbreviazione dei termini,
art. 53, co. 2; misure cautelari monocrati-
che, art. 56, commi 2 e 4; misure cautelari
ante-causam, art. 61, commi 1 e 4; istanza
ricusazione consulente tecnico, art. 67, co.
2; fissazione dell’udienza, art. 71, co. 5;
dichiarazione perenzione ricorsi ultraquin-
quennali, art. 82, co. 2; estinzione per im-
procedibilità, art. 85, co. 1; correzione, art.
86, commi 1 e 3; fissazione udienza giudi-
zio elettorale, art. 130, commi 2 e 4.

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA