CONCORSO (scad. 3 luglio 2014) - Avviso di mobilita' per la copertura di un posto di dirigente con profilo professionale tecnico, da adibire ai settori tecnici (lavori pubblici, edilizia, piani e programmi urbani, ambiente, manutenzioni, demanio e patrimonio), di cui al CCNL comparto regioni ed autonomie locali, area dirigenza. (14E02418)

 
ESTRATTO GRATUITO

Il Dirigente del Settore organizzazione e sviluppo risorse umane, dott. Michelangelo Nigro, richiamata la determinazione dirigenziale n. 574 del 28 aprile 2014, rende noto che e' indetto un avviso di mobilita' ai sensi dell'art. 30 del decreto legislativo n. 165/2001 e s.m.i. per la copertura di n. 1 posto di dirigente con profilo professionale tecnico, da adibire ai settori tecnici del comune di barletta (lavori pubblici, edilizia, piani e programmi urbani, ambiente, manutenzioni, demanio e patrimonio), di cui al CCNL comparto regioni ed autonomie locali, area dirigenza. Trattamento giuridico-economico: il trattamento giuridico-economico e' quello previsto dal CCNL, Comparto Regioni ed autonomie locali, area Dirigenza e dalle norme sul pubblico impiego. Requisiti per la partecipazione: per l'ammissione alla procedura di mobilita' e' necessario il possesso dei requisiti di seguito indicati: 1. Essere dipendente con inquadramento nella qualifica dirigenziale, profilo professionale tecnico, con contratto di lavoro a tempo pieno ed indeterminato presso una Pubblica Amministrazione del comparto di contrattazione Regione ed EE.LL. di cui all'art. 1 comma 2 del decreto legislativo n. 165/2001, con un'esperienza lavorativa, alla data di scadenza dell'avviso, di almeno 12 mesi nella categoria giuridica e nel profilo professionale corrispondente, per contenuto, a quello del posto da ricoprire e purche' abbia maturato il requisito di cui all'art. 35 comma 5-bis del decreto legislativo n. 165/2001. 2. Essere stato assunto a seguito di procedura concorsuale pubblica per la copertura di posti di qualifica dirigenziale di Area tecnica o equivalente;

  1. Godere dei diritti civili e politici;

  2. Essere in possesso dei seguenti titoli di studio: Diploma di laurea vecchio ordinamento, Laurea specialistica o Laurea magistrale in Ingegneria o Architettura e relative equipollenze. Il titolo di studio conseguito all'estero deve essere riconosciuto equivalente ad uno dei titoli indicati nei modi previsti dalla legge o aver ottenuto l'equivalenza con decreto del Presidente del Consiglio ai sensi dell'art. 38, comma 3, del decreto legislativo n. 165/2001 e s.m.i.;

  3. Essere in possesso dell'abilitazione all'esercizio della professione di Ingegnere o Architetto;

  4. Non aver subito condanne penali con sentenza passata in giudicato e/o non avere procedimenti penali in corso (in caso contrario indicare le eventuali condanne penali riportate o i procedimenti penali in corso)...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA