LEGGE 11 maggio 2011, n. 8 - Bilancio di previsione della Regione siciliana per l'anno finanziario 2011 e bilancio pluriennale per il triennio 2011-2013.

 
ESTRATTO GRATUITO

(Pubblicata nel Bollettino ufficiale della Regione siciliana (Parte I) Supplemento ordinario n. 2 del 13 maggio 2011) REGIONE SICILIANA L'ASSEMBLEA REGIONALE ha approvato IL PRESIDENTE DELLA REGIONE Promulga

la seguente legge:

Art. 1

Stato di previsione dell'entrata 1. L'ammontare delle entrate che si prevede di accertare, riscuotere e versare nelle casse della Regione per l'anno finanziario 2011 in forza di leggi, decreti, regolamenti e di ogni altro titolo, risulta dall'annesso stato di previsione dell'entrata (Tabella A).

Art. 2

Stato di previsione della spesa 1. Sono autorizzati l'impegno ed il pagamento delle spese della Regione siciliana per l'anno finanziario 2011, in conformita' dello stato di previsione della spesa annesso alla presente legge (Tabella B).

Art. 3

Elenchi 1. Sono considerate spese obbligatorie e d'ordine, per gli effetti di cui all'art. 26 della legge 31 dicembre 2009, n. 196, quelle descritte nell'elenco n. 1 annesso allo stato di previsione della spesa.

  1. Le spese per le quali puo' esercitarsi da parte dell'Assessore regionale per l'economia la facolta' di cui all'art. 28, comma 2, della legge 31 dicembre 2009, n. 196 sono descritte nell'elenco n. 2, annesso allo stato di previsione della spesa.

    Art. 4

    Oneri per i contratti collettivi regionali di lavoro 1. Gli oneri relativi alla contrattazione collettiva regionale di lavoro per il biennio economico 2006-2007, comprensivi degli oneri sociali e dell'I.R.A.P. a carico dell'Amministrazione regionale, per il personale della Regione siciliana con qualifica dirigenziale a tempo indeterminato ed a tempo determinato sono quantificati in 11.666 migliaia di euro annui a decorrere dall'anno 2007; gli oneri relativi alla contrattazione collettiva regionale di lavoro per il biennio economico 2008-2009, comprensivi degli oneri sociali e dell'I.R.A.P. a carico dell'Amministrazione regionale, per il predetto personale sono quantificati in 8.119 migliaia di euro annui a decorrere dall'anno 2009; gli oneri relativi all'indennita' di vacanza contrattuale dovuta per l'anno 2010 al personale medesimo, comprensivi degli oneri sociali e dell'I.R.A.P. a carico dell'Amministrazione regionale, sono stimati in 1.411 migliaia di euro. Per far fronte ai predetti oneri - tenuto conto sia della indennita' di vacanza contrattuale gia' riconosciuta in relazione al biennio economico 2006-2007...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA