La Previdenza Complementare Pubblica: il ruolo e la funzione della Corte dei Conti

Autore:Luisa Motolese
Pagine:341-343
 
ESTRATTO GRATUITO
L. Motolese
La Previdenza Complementare Pubblica: il ruolo e la funzione …
LUISA MOTOLESE
LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE
PUBBLICA: IL RUOLO E LA FUNZIONE
DELLA CORTE DEI CONTI*
Il tema della previdenza complementare dei dipendenti pubblici completa
il quadro della previdenza complementare e ne fa comprendere la portata e
le prospettive reali.
Per quanto non sia attualmente prevista l’applicazione ai pubblici dipen-
denti del D.lgs. n 252/2005, non va comunque sottovalutata la portata diffu-
siva della normativa in questione anche perché la raggiunta denizione del
sistema complessivo della contrattazione collettiva per quel che concerne
l’adesione a fondi pensione per i dipendenti pubblici, cd. contrattualizzati,
sta ad indicare come l’osmosi pubblico-privato per ciò che concerne i desti-
natari del CCNL di adesione sia ormai un dato concreto, così come la com-
presenza di personale a tempo indeterminato e personale regolato con gure
di lavoro essibile, piuttosto diffuso nel sistema privato.
Tale situazione ha già determinato l’esigenza di una disciplina diversi-
cata, nell’ambito dei contratti collettivi e conseguentemente negli atti di
costituzione dei fondi, per quel che concerne la possibilità di riscattare in
anticipo le quote capitalizzate di TFR e di avere su di esse anticipazioni dopo
otto anni di attività lavorativa; ipotesi espressamente previste dallo stesso art.
2120 del codice civile per i lavoratori privati, ma non previste per i dipenden-
ti pubblici per i quali il TFR ha un accantonamento virtuale, salvo che per la
quota versata nel fondo pensione.
La previdenza complementare pubblica ha preso il via da un accordo
quadro nazionale in materia di trattamento di ne rapporto e di previdenza
complementare per i dipendenti pubblici sottoscritto nel luglio del 1999 tra
l’Aran e le Confederazioni sindacali dei lavoratori, che stabilisce l’appli-
cazione a tutti i dipendenti pubblici di cui all’ art. 1, comma 2 del Decreto
Legislativo 3 febbraio 1993, n 29 e successive modiche ed integrazioni,
* Il presente lavoro rielabora il testo della relazione svolta il 6 aprile 2011 presso l’Università
degli Studi di Bari “Aldo Moro”, II Facoltà di Giurisprudenza, sede di Taranto, in occasione del
convegno “Origine e sviluppi della scalizzazione del sistema previdenziale”.

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA