Prefazione

Autore:Marina Pietrangelo
Carica:Ricercatrice Ittig-Cnr
Pagine:7-11
 
ESTRATTO GRATUITO
Prefazione
Desidero anzitutto ringraziare il Direttore ed il Comitato scientifico
della Rivista “Informatica e diritto” per avermi sostenuta nel lavoro di
curatela di questo numero speciale, dedicato ad un tema assai com-
plesso, oltre che particolarmente ampio e sfaccettato, che abbiamo
voluto riassumere nell’espressione “diritti di libertà nel mondo virtua-
le della Rete”.
Forti della “complicità” dell’evento mediatico, vista cioè la risonan-
za avuta dalla pronuncia del Tribunale di Milano relativa al caso
Google, e visto anche l’accesso dibattito che tale pronuncia ha occa-
sionato sulla Rete, abbiamo ritenuto utile aprire un ulteriore spazio di
riflessione, in cui i tanti spunti emersi di recente potessero approdare a
nuovi e più maturi approfondimenti. L’attenzione è diretta evidente-
mente alle molteplici questioni di natura giuridica che la Rete genera,
coinvolge, se non travolge.
Con nostro grande piacere, l’invito a sottomettere contributi proposto
nei mesi scorsi ha suscitato vivo interesse sia in Italia che all’estero, a
nostro avviso evidenziando ancora una volta, se necessario, l’immutata
ansia esplorativa dello studioso di diritto per il tema sensibile dei diritti,
anche e ancor più in questa nostra età della Rete.
Con questa nuova modalità di acquisizione dei contributi da pubblica-
re, più di trent’anni dopo l’uscita del suo primo numero, la Rivista ha così
voluto rinnovarsi, oltre che mediante la ridetta modalità della call for paper,
anche e specialmente nell’articolazione delle sue rubriche e nelle temati-
che da privilegiare. Com’è noto ai suoi lettori, infatti, la Rivista ha da sem-
pre prestato grande attenzione alla speciale natura del rapporto tra tecni-
ca e diritto, costituendo tale rapporto la sede naturale delle discipline cui
la Rivista stessa è dedicata, cioè il “diritto dell’informatica” e “l’informa-
tica giuridica”. E in questo numero speciale è proprio all’origine di tale
rapporto che essa torna a dedicarsi, trattandosi di un rapporto articolato
ed affascinante al contempo, che l’avvento di Internet ha reso negli anni
ulteriormente complesso, ponendolo sovente all’attenzione dei giuristi
per la mole di questioni nuove che esso ha saputo sollevare.

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA